Dopo quasi un anno, sono tornata in vacanza a Sharm El Sheikh, la perla del Mar rosso famosa per la sua bellissima barriera corallina.

Sono partita con Balkan Express da Napoli con volo charter diretto (ma sono previsti anche voli da Bergamo, Verona e Bari) ed ho pernottato all’Hotel Sierra, un hotel 5 stelle situato su Soho Square, proprio di fronte all’hotel Savoy, dove ho soggiornato l’anno scorso e che secondo me è il più bell’hotel di Sharm direttamente sul mare.
 
Sharm El Sheikh
 

 
L’hotel Sierra ha la spiaggia attrezzata a fianco all’hotel Savoy, ma per raggiungerla bisogna attraversare Soho Square (10 minuti a piedi)  o prendere la navetta gratuita.
Soho Square è una piazza chiusa, sulla quale affacciano i due hotel Sierra e Savoy ed accessibile solo a chi soggiorna in uno dei due hotel menzionati.
 
Sharm El Sheikh
Sharm El Sheikh
 
Di giorno è piuttosto desolata ma la sera si anima di luci, colori, bar aperti nei quali è possibile fumare narghilè e bere un drink guardando uno degli spettacoli di danza del ventre e fare shopping nei negozietti. Il tutto ruota intorno alla fontana danzante che si illumina e zampilla a ritmo di musica. A primo acchitto da’ l’idea di essere a Natale, con la differenza che fa caldo! Il lato positivo è che è esattamente fuori all’hotel raggiungibile a piedi per passare una serata diversa dal solito.
 
Sharm El Sheikh Sharm El Sheikh
 
In alternativa si può andare a ballare in una delle famose discoteche di Sharm.
Balkan Express ci aveva previsto delle navette gratuite per raggiungere le discoteche: una diversa ogni sera e tutte con quel mix di musica da disco occidentale e musica araba remixata che ha il suo perché.
Le più note sono il Taj Mahal, lo Space, l’Hard Rock Cafè. 
 
Sharm El Sheikh
 
La vera attrazione di Sharm però sono le spiagge, tutte con barriera corallina a riva e con le caratteristiche passerelle blu per oltrepassarla.
Ogni hotel ha la sua spiaggia attrezzata di ombrelloni e lettini e bar con tavola calda compreso nell’all inclusive dell’hotel.
 
Sharm El Sheikh Sharm El Sheikh
 
La spiaggia privata degli hotel Sierra e Savoy l’ho trovata meravigliosa. Situata in una piccola baia, ha una barriera corallina  pazzesca piena di pesci tropicali che ti nuotano intorno facendoti vivere la magia di nuotare con i pesci! Un’esperienza bellissima che vi consiglio vivamente!
 
Sharm El Sheikh
Sharm El Sheikh
 
Si dice che la barriera corallina più bella di Sharm, perché rimasta incontaminata, si trovi a Ras Mohammed. Noi ci siamo andati con un’escursione/ party in barca dove ci hanno fornito maschera e pinne per ammirare le sue bellezze. La consiglio? Decisamente! Perché li non affacciano hotel e si trova meno confusione. E poi, il party in barca è stato davvero carino: dj set, jacuzzi, ristorante sotto coperta e Wi-Fi gratuito. Un modo simpatico per prendere il sole, divertirsi e fare nuove amicizie.
 
Sharm El Sheikh
Sharm El Sheikh
 
Un’altra escursione che vale sicuramente la pena fare, e di cui me ne sono innamorata, è quella nel deserto del Sinai!
L’anno scorso, se ricordare, ero stata nel deserto del Dahab in 4×4 e mi ero fermata a fare snorkeling nel blue hole.
Questa volta siamo andati nel deserto nel pomeriggio per ammirare il tramonto e vedere le stelle di notte. Una magia unica!
 
Sharm El Sheikh
 
È stato emozionantissimo: il tramonto nel deserto è spettacolare!
Ma questa volta il tour nel deserto è stato davvero avventuroso: ho guidato la desert buggy a tutta velocità sulla sabbia: adrenalina pura, per poi fermarci in un punto ben preciso a fare snowboard sulla sabbia! Esatto, snowboard nel deserto: un’esperienza pazzesca!  
 
Sharm El Sheikh
Sharm El Sheikh
 
La magia del deserto è qualcosa di indescrivibile… ti porta inevitabilmente a contatto con i tuoi pensieri, i tuoi sogni, i tuoi desideri…perchè ci siete solo tu, la sabbia, le rocce ed il vento…
 
Sharm El Sheikh Sharm El Sheikh
 
Ci siamo diretti poi, sempre guidando le desert buggy, verso la baia di Nabq. Una baia bellissima, esclusiva di Balkan Express, che affaccia sul lago di Nabq proprio di fronte all’Arabia Saudita dove é possibile fermarsi a dormire in una delle caratteristiche capanne di legno per svegliarsi con l’alba sul lago o fare un giro in canoa. Noi ci siamo fermati lì per cena. Abbiamo assistito come preparano il pane sulla sabbia e mangiato carne tipica alla griglia con patate e verdure per poi ritornare nei meandri del deserto di sera!
 Sharm El Sheikh Sharm El Sheikh
 
Guidare le desert buggy è stato ancora più adrenalinico! Alla fine, prima di ritornare in hotel a Sharm, ci siamo fermati a bere il the nel deserto in una capanna tutta illuminata mentre ammiravamo le stelle, belle, intense e tremendamente romantiche. 
Ma perché bere il tè caldo nel deserto?
 
Sharm El Sheikh
Sharm El Sheikh
Sharm El Sheikh
 
Bere il tè nel deserto è una cerimonia con cui i Tuareg augurano buoni auspici ai loro ospiti o, in alternativa, ai viaggiatori che incontrano sulla loro strada. Secondo la tradizione, la cerimonia del tè serve per avvicinare le culture distanti, per rilassare dopo le fatiche del deserto e per stringere amicizie e alleanze. Ogni degustazione è dettata da tre portate di tè: il primo amaro, il secondo agrodolce, il terzo dolce e saporito. Insieme, queste bevande rappresentano i cicli dell’esistenza: morte, vita e amore.
 
Sharm El Sheikh
Sharm El Sheikh Sharm El Sheikh
 
Il viaggio a Sharm El Sheikh è stato davvero meraviglioso: con la giusta dose di relax, avventura, adrenalina e divertimento!
Tutti però mi avete chiesto: com’è la situazione a Sharm? Io l’ho trovata tranquilla! Pochi turisti (ahimè) e tanti tanti controlli… al ritorno a Napoli, dall’ingresso dell’aeroporto di Sharm fino all’imbarco sul mio volo mi hanno controllato borse e passaporto ben 6 volte, 6!!!! 
6 volte in cui mi sono dovuta togliere scarpe e bracciali, aprire e svuotare borse e zaini ed in cui controllavano minuziosamente il passaporto e verificato persino se avessi qualcosa nel reggiseno. Forse troppe, ma almeno mi sono sentita sicura… ci mancava solo che mi smontassero pezzo pezzo il mio computer e poi eravamo a posto! 
 
Sharm El Sheikh Sharm El Sheikh
 
Vi invito però a leggere anche il mio articolo sul se andare in Egitto è pericoloso
Ovviamente, prima di ogni viaggio, vi consiglio sempre di attivare un’assicurazione da viaggio in modo tale da essere tranquilli in caso di perdita bagaglio, malattia o infortuni. Io l’ho attivata con AXA Assistance, un’assicurazione operativa 24 ore su 24, 365 giorni all’anno che propone tre diverse assicurazioni viaggio per accontentare qualsiasi tipo di esigenza con diversi tipi di copertura a seconda che si tratti di viaggi lunghi, vacanze in famiglia o semplici week-end.
 
Sharm El Sheikh
 
Se volete vivere anche voi una bellissima vacanza a Sharm El Sheikh come la mia, Balkan Express ha previsto pacchetti all inclusive comprensivi di volo a partire da €250,00 con partenze da Napoli, Bari, Bergamo e Verona.
Per i miei lettori, inoltre, ho previsto un ulteriore sconto del 10% usando il codice “AP01” in fase di prenotazione sul sito Balkan Express!
 
Poi non dite che non vi ho avvisati  😉
 
Sharm El SheikhSharm El Sheikh Sharm El Sheikh Sharm El Sheikh Sharm El Sheikh Sharm El Sheikh Sharm El Sheikh Sharm El Sheikh Sharm El Sheikh Sharm El Sheikh Sharm El Sheikh
Sharm El Sheikh
Sharm El Sheikh Sharm El Sheikh Sharm El Sheikh Sharm El SheikhSharm El Sheikh Sharm El Sheikh Sharm El Sheikh Sharm El Sheikh
Sharm El Sheikh Sharm El SheikhSharm El Sheikh Sharm El Sheikh
Sharm El Sheikh
Sharm El SheikhSharm El Sheikh Sharm El Sheikh Sharm El Sheikh Sharm El Sheikh Sharm El Sheikh Sharm El Sheikh Sharm El Sheikh Sharm El Sheikh Sharm El Sheikh Sharm El Sheikh
Sharm El Sheikh Sharm El Sheikh Sharm El Sheikh Sharm El Sheikh Sharm El Sheikh Sharm El Sheikh Sharm El Sheikh Sharm El Sheikh Sharm El Sheikh
Sharm El Sheikh Sharm El Sheikh Sharm El SheikhSharm El Sheikh Sharm El Sheikh Sharm El Sheikh Sharm El SheikhSharm El Sheikh
 
Sharm El Sheikh

Ed ecco anche il mio video su youtube:

Total
5
Shares