Siamo nel 2015 ma purtroppo ci sono ancora molte discriminazioni nei confronti dei gay.
Oggi a Roma si sta svolgendo il Gay Pride, la parata che dal 1994 vede coinvolta la comunità Gay per la richiesta delle pari opportunità e diritti.
 Ceres, ha deciso di supportare gay pride a Roma con una bottiglia personalizzata per l’evento che indica una forte presa di posizione contro le discriminazioni.

 

 

Una bottiglia senza etichette e un adesivo con su scritto “No alle etichette”. Niente marchi in bella mostra. Solo un messaggio e una bottiglia. Invitando, in modo ironico, a riflettere tutti sul messaggio che vuole lanciare. Ceres é stata davvero abili nel condividere, con ironia, un tema così spinoso.
Basta con etichette e stereotipi, ognuno é unico per ciò che é, e non é certo un’etichetta a fare la differenza! Non siete d’accordo?
Le stime parlano di oltre 200 mila adesioni al Gay Pride di oggi a Roma, un fiume di persone vicine alla comunità lgbt che, in arrivo da tutta Italia e non solo, sfileranno nel pomeriggio con partenza alle 15 da piazza della Repubblica per poi attraversare via Cavour, piazza di Santa Maria Maggiore, via Merulana, via Emanuele Filiberto, viale Manzoni,passando per piazza Vittorio e piazza del Colosseo, fino ad arrivare a piazza della Madonna di Loreto e piazza Venezia.
Saranno 20 i carri che parteciperanno alla parata tra cui quelli del Circolo Mario Mieli e del Muccassassina con uno sfolgorante drago cinese in cui spiccano drag queen e gogoboys, oltre ai carri dell’Associazione I Mondi Diversi con lo slogan “Si ai colori, no alle etichette”, quello del GayVillage, di Ceres e Acea, della Cgil e dei taxi di Roma. E ancora il carro di Anddoss, con lo slogan “2768 anni di Pride” per ricordare Roma come esempio di libertà, il carro dj set con musica, animazione e vocalist e quello Gorillas a tema Gospel.

Buzzoole