Scavi Pompei

Questo articolo potrebbe sembrare piuttosto banale, ma in realtà non lo è.

Qualche giorno fa, parlando con un amico, mi ha raccontato che qualche mese prima del Covid ha accompagnato una turista giapponese a visitare gli scavi di Pompei.

Quando è arrivata, la turista indossava tailleur aderente e tacchi a spillo: l’abbigliamento proprio meno adatto per gli Scavi di Pompei.

Ed infatti, dopo solo mezz’ora di visita, è voluta ritornare in hotel.

Scavi di Pompei

E allora, qual è l’abbigliamento adatto per visitare gli Scavi di Pompei?

Per visitare gli Scavi di Pompei, così come la maggior parte dei siti archeologici, bisogna indossare innanzitutto scarpe comode, preferibilmente delle sneakers. Io trovo adatte le bellissime sneakers New Balance che potete acquistare su Stileo, l’aggregatore dei migliori negozi online.

Le sneakers sono necessarie, perché essendo degli scavi archeologici, le strade da percorrere sono piuttosto dissestate, caratterizzate da grandi lastroni che facevano parte dell’antico cardo romano.

In secondo luogo, gli scavi di Pompei si estendono per 44 chilometri quadrati e per visitarli tutti per intero ci vorrebbero almeno 2 giorni. Quindi è consigliabile dedicarci almeno 4 ore per una visita abbastanza approfondita, se non una giornata intera, fermandovi per una sosta per il pranzo all’interno degli scavi, nelle aree picnic.

new balance

Durante il percorso vi ritroverete ad attraversare l’intera città antica di Pompei, entrare nelle vecchie case ed osservare gli affreschi rimasti intatti sulle pareti, entrare nelle antiche terme romane e capire come vivevano gli antichi romani prima dell’eruzione del Vesuvio del ’79 d.c.., motivo per cui delle scarpe comode sono altamente consigliabili.

Se avete programmato di visitare gli Scavi di Pompei in estate, vi consiglio di indossare abiti leggeri, come potrebbero essere una t-shirt a mezze maniche e dei pantaloncini corti, dato che se picchia il sole, fa molto caldo, un cappellino per proteggerti dal sole, una bottiglietta d’acqua e crema solare per evitare scottature. E’ assolutamente vietato, invece, girare per gli scavi a dorso nudo.

Se invece avete programmato la visita in autunno o inverno, non dimenticate un k-way ed un ombrello in caso di pioggia, dato che la visita agli scavi è quasi tutta all’aperto.

Vi consiglio poi di portare uno zainetto di piccole dimensioni nel quale collocare tutto l’occorrente ed una macchina fotografica.

Se invece siete degli instagrammers e volete scattare delle foto con i colori adatti agli Scavi di Pompei, vi consiglio di concentrarvi sul rosso, arancio e giallo, che riprendono gli affreschi pompeiani presenti nelle case.

Per questioni di sicurezza non è possibile entrare nel sito archeologico con bagagli e zaini di grandi dimensioni, ma le dimensioni massime consentite sono 30x30x15cm. Ci sono però dei depositi bagagli gratuiti agli ingressi del sito archeologico. All’ingresso di Porta Marina Superiore c’è un deposito automatico che emette una ricevuta con un codice di ritiro.

Casa della Venere in Conchiglia Pompei

Altre informazioni utili per visitare gli Scavi di Pompei

Vi ricordo però che le riprese fotografiche sono consentite solo per uso privato e, negli interni, rigorosamente senza flash per evitare che si rovinino gli affreschi.

Vi consiglio inoltre di prendere una guida per capire appieno tutta la storia di Pompei. Gli scavi sono infatti molto grandi e una guida, non solo vi aiuterebbe ad ottimizzare la visita, ma anche a spiegarvi tanti dettagli che altrimenti vi passerebbero inosservati.

All’ingresso troverete le guide autorizzate che per circa 11 euro a persona offrono visite guidate di due ore. Le guide autorizzate sono riconoscibili perché portano al collo il distintivo in legno della regione Campania: uno scudo bianco con una fascia rossa.

Inoltre, all’interno degli Scavi non sono ammessi cani di grossa taglia, ma solo animali di piccola taglia dotati di guinzaglio e tenuti in braccio all’interno degli edifici.