Pietrabbondante Isernia
Foto: Unsplash

Il Molise, per un turismo emozionale, per un turismo sostenibile, per un turismo nuovo, per un turismo slow e per altro ancora, è una regione semplicemente fantastica. Il modo migliore per scoprire tutte le sue infinite bellezze naturali, storiche, artistiche, religiose e folcloristiche, è visitare il Molise a piedi.

Oltre che essere benefico per la salute, il camminare in Molise consente di poter entrare in diretto contatto con lo spirito che anima questa meravigliosa regione italiana. Non per nulla, è possibile seguire una infinità di percorsi e, ognuno di essi, potrà essere effettuato sulla base dei propri gusti e delle personali esigenze. Scoprire il Molise camminando, quindi, è un qualcosa alla portata di tutti.

Difatti, non occorre essere dei provetti camminatori ma, molto più semplicemente, essere volenterosi nel voler provare nuove emozioni. Seppure il Molise sia una regione poco nota, offre una infinità di bellezze. Oltre che una natura incontaminata, il panorama storico, artistico e culturale non ha nulla da invidiare a regioni turisticamente molto più famose.

Oltre che visitare centri come Isernia, Campobasso e Termoli, tre località tra le più grandi e più popolate del Molise, la regione ha tutta una serie di antichi borghi preservati in modo amorevole. In Molise si potrà rivivere il passato, si potrà fare un turismo non stressante, come pure si potrà respirare a pieni polmoni un’aria priva di smog. Per molti versi, in Molise, la cognizione stessa del tempo è diversa rispetto ad altri luoghi.

Indubbiamente, uno dei modi migliori per conoscere il Molise camminando, è quella offerta dal B&b Stella del Nord, un bed and breakfast che ha un piccolo grande record: è la prima accoglienza in assoluto da quando è stato fondato il borgo montano medioevale di Sant’Elena Sannita, un delizioso paesino che si erge a ottocento metri di altezza in provincia di Isernia. Visto che questa struttura ricettiva di Sant’Elena Sannita si trova proprio alla giusta distanza dai più significativi luoghi di maggior interesse del Molise, potrà essere, perciò, una ottima base per scoprire il Molise camminando.

Infatti, da qui si potrà andare a visitare, ad esempio, Castelpetroso e il suo celebre santuario, oppure le rovine di Altilia, antica città romana, come pure immergersi nella natura di Colle dell’Orso ove, tra l’altro, si trova una storica falesia con oltre quattrocento vie d’arrampicate. Quindi, per molti aspetti, le emozioni di un viaggio in Molise, sono equiparabili a quelle che si possono provare con il blackjack online. Per gli amanti della natura e per chi ama trascorrere il proprio tempo libero ammirando paesaggi di assoluto pregio, poi, viene ad essere suggerita la visita, ad esempio, all’oasi naturale che si trova a Guardiaregia, un borgo che è posto a non molta distanza da Sant’Elena Sannita.

Istituito l’11 gennaio del 1923 e, per questa ragione uno tra i più antichi parchi nazionali presenti in Italia, il parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, così chiamato a seguito della legge numero 93 emanata il 23 marzo del 2001, è, senza dubbio, una delle perle naturalistiche di grande valore che il Molise è in grado di offrire a tutti i suoi visitatori. Quindi, andando a concludere, tra le numerose mete turistiche che si possono scegliere, è bene ricordarsi delle bellezze e della cordialità che si possono trovare scegliendo di visitare il Molise, una regione dal grande cuore e dalla infinta attrattiva.

made with by Medialabs