costa della sardegna
foto: unsplash

Se siete alla ricerca di una vacanza all’insegna del mare e del relax, con acque cristalline e mare caraibico, senza però andare troppo lontano, vi consigliamo le bellissime spiagge della Sardegna.
Con la sua natura intrigante e selvaggia, la Sardegna offre numerosi spunti per vacanze di ogni tipo, anche se il suo punto di forza rimane il mare.
Luoghi come Porto Cervo, Porto Rotondo e la Costa Smeralda attirano da sempre turisti da tutto il mondo appassionati del mare e della vita mondana.

Ma oltre a queste rinomate località, la Sardegna offre anche tantissime altre calette, spiagge e grotte, la cui bellezza si fonde con la cultura locale. C’è solo l’imbarazzo della scelta!

Il miglior modo per trascorrere una vacanza in Sardegna è in uno degli hotel e resort  esclusivi del tour operator Alpitour, da sempre sinonimo di garanzia e professionalità. Facendo una ricerca sul loro sito web, è possibile trovare i Resort Del gruppo in diversi punti dell‘isola: da nord a sud.

E allora, non ci resta che scegliere tra le spiagge più belle dell’isola e prenotare subito una vacanza.

Abbiamo stilato per voi la nostra top 10 delle 10 spiagge più belle della Sardegna, ve ne innamorerete!

La Pelosa

La spiaggia de La Pelosa, situata circa a 3km dal comune di Stintino, ai piedi di Capo Falcone, sulla costa Nord della Sardegna non poteva non essere la capolista di questa classifica.

Sabbia bianca e sabbiosa che fa invidia al mondo e mare turchese che riprende le sfumature del cielo soprastante, la Pelosa è senza dubbio uno dei simboli della Sardegna.

Essendo uno dei simboli della Sardegna è molto conosciuta e proprio per questo motivo in agosto è decisamente affollata, nessun turista vuole rinunciare alla bellezza di questa spiaggia, tanto è vero che sarà difficile trovare un angolo di paradiso in tranquillità. Quest’anno, però, a causa del Covid, per accedere alla spiaggia è necessaria la prenotazione sul sito web ufficiale “La Pelosa Stintino”.

Ciò che caratterizza e differenzia questa spiaggia da tutte le altre è senz’altro la Torre della Pelosa, che è una fortificazione facilmente raggiungibile a piedi e fa da custode a questo luogo mozzafiato.

torre la pelosa
foto:unsplash

Spiagge di Bidderosa

Non una ma ben 5 spiagge che tolgono il fiato.

La spiaggia di Biderosa è collocata sulla costa orientale della Sardegna, poco più a nord da Orosei.

Ci troviamo innanzitutto in un’oasi naturale protetta che ospita gigli selvatici, ginepri, pini ed eucalipti, oltre che a una varietà importante di uccelli tra cui i caratteristici fenicotteri rosa, ormai divenuti simbolo della Sardegna (e tanto gettonati nelle foto degli influencer).

Nell’oasi l’entrata alle macchine è molto limitata in modo da essere nel pieno rispetto della natura, cosi che oltre che rispettata la natura ognuno di noi ha la possibilità di vivere un’esperienza unica in un paradiso non caotico ma molto silenzioso e ben conservato.

Luogo perfetto anche per coloro che amano la bici e che vogliono raggiungere anche la più lontana delle spiagge per essere sicure di avere la massima pace. Però è importante fare attenzione nel sentiero che porta dall’ingresso del parco fino alla spiaggia per il suolo molto selvaggio e scosceso.

Ideale anche per gli amanti dello snorkeling che potranno ammirare piccoli scogli che fanno da dimora a pesci dai colori spettacoli.

spiaggia di bidderosa sardegna
foto: pexels

Spiaggia del Principe

La Spiaggia del Principe, chiamata così perché secondo la mitologia, era la spiaggia preferita, tra spiagge della costa, dal “principeAga Khan, colui che inventò la Costa Smeralda.

Noi ovviamente ci crediamo, impossibile non innamorarsi di questa spiaggia!

Questo paradiso ha una forma a mezzaluna, ed è caratterizzata da un mare color smeraldo incorniciato da massi di granito rosa.

Durante il periodo estivo il consiglio è quello di recarsi abbastanza presto alla spiaggia perché anche questa è una spiaggia che si affolla facilmente, questo perché è una delle più belle della Costa Smeralda.

Se lasciate la macchina al parcheggio la spiaggia è facilmente raggiungibile in circa 10 minuti seguendo il sentiero che vi guiderà verso l’eden della Sardegna.

Cala Luna

Non si può non citare Cala Luna, una spiaggia formatasi con il tempo grazie ai sedimenti trasportati verso il mare dal torrente Codula di Luna.

cala luna
foto: unsplash

Inoltre, il torrente dietro la spiaggia, crea una sorta di laguna che soprattutto in primavera, si popola di splendidi fiori e mille colori.

Questa spiaggia è caratterizzata da pareti di roccia a strapiombo e da caverne naturali che offrono ombra e riparo dal sole nei mesi più caldi.

A Cala Luna sono stati girati anche numerosi film, è dotata di servizi, di un punto ristoro ed in questo paradiso è anche possibile sposarsi, insomma non le manca proprio nulla!

Per gli amanti delle sfide e del trekking la spiaggia è raggiungibile a piedi tramite uno dei sentieri da trekking più belli della Sardegna, con partenza a Cala Fuili è un percorso abbastanza impegnativo, ma sappiamo che amate le sfide!

cala luna
foto: unsplash

Cala Goloritzè

Cala Goloritzè innanzitutto è una delle gemme del Mediterraneo, collocata nella zona di Baunei nella zona dell’Ogliastra, nella parte sud del Golfo di Orosei in provincia di Nuoro, nasce nel 1962 da una frana.

Possiede un paesaggio molto vario perché è il punto d’incontro tra mare e montagna oltre ad essere una spiaggia bella da togliere il fiato, proprio come quelle che vediamo nelle cartoline.

È stata ufficialmente nominata nel ’95 “monumento nazionale della Sardegna” e “monumento nazionale italiano”.

L’acqua è abbastanza fredda a causa del fatto che confluiscono diverse correnti dal fiume vicino, è un luogo privo di servizi e comodità, ma proprio per questa ragione è un luogo magico.

È caratterizzata da sassolini bianchi e acque caraibiche, una vera e propria spiaggia incontaminata e selvaggia, da cartolina!

Cala Goloritzè
foto: unsplash

Cala Mariolu

Mariolu in napoletano significa ladro e devo dire che il nome rispecchia a pieno o questa spiaggia, invito chiunque a resistere quando la vedrete, vi rapirà!

cala mariolu
foto: unsplash

Questo nome è stato dato grazie alla foca monaca che, si dice, ‘rubasse’ il pesce dalle reti dei pescatori, perciò era soprannominata il mariolo, il ladro.

È chiamata anche “is pùligi de nie”, che in sardo vuol dire “le pulci di neve”, la ragione è che dei sassolini tondi, bianchi e rosa, misti alla sabbia, la compongono.

I pesci sono visibili ad occhio nudo dalla riva, talmente l’acqua è cristallina, il basso fondale merita un’immersione con la maschera senza dubbio, mentre se si espandono un po’ i propri orizzonti e si guarda più lontano è possibile vedere i delfini. È accessibile da terra solo attraverso un impegnativo percorso di trekking.

snorkeling in sardegna
foto: unsplash

Spiaggia Rosa di Budelli

La Spiaggia Rosa di Budelli è, nel mondo, una delle spiagge più famose della Sardegna.

Circa due anni fa la spiaggia finì all’asta e sembrava se la dovesse aggiudicare un australiano, ma alla fine la ottenne lo Stato Italiano che la donò al parco.

Questa spiaggia è caratterizzata dalla sabbia rosa, colore dato da corallo e chiglie.

la spiaggia è in zona di riserva integrale, a causa di atti vandalici continui, cioè non si può andare in spiaggia e non si può fare il bagno nelle sue acque.

La si può guardare dalla barca, fotografare a apprezzare la sua bellezza senza poterla però toccare.

La_Maddalena_-_Isola_di_Budelli_(01)
foto: Gianni Careddu

Cala Volpe

La spiaggia di Cala Volpe si trova in Costa Smeralda ed è una spiaggia di sabbia bianca.

Questa baia è famosa perché possiede un turismo di lusso, infatti dalla spiaggia sono visibili parecchi yachts. A sud della spiaggia c’è anche un piccolo molo in legno dove si può attraccare con piccole barche. In questo posto sono state inoltre girate alcune sequenze del film “Agente 007 La spia che mi amava”

È una delle spiagge più fotografate della Costa Smeralda, la costa comprende quattro spiagge diverse.

Il fondale qui è basso e sabbioso e viene incorniciato dagli inspiegabili colori dell’acqua e della vegetazione. Cala Volpe si raggiunge facilmente, dista 10km da Porto Cervo.

Golfo Aranci
Foto: pixabay

Grande Pevero

La spiaggia del Grande Pevero, nel territorio di Arzachena, immancabile meta della Costa Smeralda, consiste in una mezzaluna di sabbia bianca, fine e soffice, quasi impalpabile, lunga circa trecento metri, riparata da due scogliere.

Dietro il grande pevero sorge lo stagno Patima, dove ci sono curatissimi campi da golf che rendono la località meta molto ambita da appassionati di golf.

Il fondale, come quasi ogni spiaggia in Sardegna è basso e sabbioso, una spiaggia ideale per i bambini.

La spiaggia non è particolarmente attrezzata, ma nei dintorni si possono trovare parecchi hotel, molti di lusso!

Spiaggia Arzachena
Foto: Unsplash

Piccolo Pevero

Il Piccolo Pevero, invece si trova a 300 metri dal Grande Pevero, raggiungibile, lasciando la macchina in un parcheggio a pagamento per chi ce l’ha, con un breve tratto di strada da percorrere a piedi.

Dal Piccolo pevero sono visibili Li Nibani, ‘i gabbiani’ (in gallurese), che sono un gruppo di isolette, che si chiamano così per la fauna che le popola.

Sono posizionati a sud di Porto Cervo.

Ammettetelo, non vi è venuta voglia di partire subito per la Sardegna?

made with by Medialabs