Il 2 maggio si celebra il World Blogger’s Day, ossia la giornata mondiale dei blogger.

Ma di cosa si tratta?

Come ormai saprete, o almeno avrete capito leggendo le pagine del mio blog, quella di blogger è ormai una professione a tutti gli effetti, e non un semplice passatempo, come molti continuano ancora oggi a pensare.

E proprio per questo motivo nel 2010 fu istituita la giornata mondiale dei blogger da parte del movimento World Blogger Day, nato a Cepu, nelle Filippine per celebrare la categoria dei Blogger spesso sottovalutata, ricordare i blogger morti per aver condiviso pensieri “scomodi” e tutelare il diritto di espressione.

Eh già, ormai siamo convinti che attraverso le pagine di un blog ci si possa esprimere liberamente e parlare apertamente non solo di viaggi, moda e lifestyle, ma anche di politica, religione.

Invece non sempre è stato così.

Chi è il blogger?

Come ho raccontato anche nel mio libro “Manuale per aspiranti blogger” nel quale ho dato consigli su come creare un blog da zero e farlo diventare un lavoro a tutti gli effetti, il blogger è una persona che ha un suo spazio sul web attraverso il quale scrive. Scrive di viaggi, di moda, di enogastronomia, di marketing, di spettacolo, di polita, religione e di tutto ciò di cui si sente competente, avendo un suo seguito.

A differenza di un giornalista, che dovrebbe raccontare in modo oggettivo ed obiettivo ciò che vede o reperisce tramite fonti ufficiali, il blogger può essere inteso principalmente come uno storyteller, colui che racconta storie e trasmette emozioni.

Ed è per questo che un blogger ha un suo seguito. Perché alle persone le storie piacciono, e perché così facendo, diventa un po’ l’amico della porta accanto che dispensa consigli.

Infatti, la parola blog deriva dalla contrazione delle parole web-log, che significa “diario in rete”, proprio perché il blog nasce come un diario online nel quale esprimere i propri pensieri.

 

Da quanti anni ci sono i blog?

La data di nascita del primo blog viene fissata simbolicamente al 18 luglio 1997, giorno in cui l’americano Dave Winer realizzò il software che permetteva la pubblicazione dei proto-blog. Tuttavia, il 23 dicembre dello stesso anno, commerciante Jorn Barger, appassionato di caccia, pubblicò il primo blog, chiamato RobotWisdom, attraverso il quale condivideva i risultati delle ricerche relative alla propria passione.

Nel corso degli anni i blogger sono aumentati notevolmente, al punto che è impossibile definire quanti blog ci sono oggi online, dato che ogni mese ne vengono aperti e chiusi tantissimi.

La piattaforma BLOGPULSE, fino a Gennaio 2011, ne ha contati oltre 152 milioni! Oggi saranno sicuramente triplicati!

human rights
Foto:
George Pagan su Unsplash

Perché è nato il World Blogger Day?

Come vi accennavo, il World Blogger Day nasce nelle Filippini nel 2010 per ricordare alcuni blogger morti per aver espresso le loro opinioni.

Se ciò al giorno d’oggi ed in Paesi occidentali come il nostro può sembrare strano, lo è un po’ meno nei paesi musulmani.

Nella giornata di oggi viene infatti ricordato il blogger iraniano Omid Reza Mir Sayafi che ha perso la vita in prigione per aver criticato l’Islam sul suo blog.

O ancora il blogger vietnamita O Pham Minh Hoàng che si occupa di diritti umani e corruzione, al quale è stata revocata la nazionalità con l’accusa di aver violato la sicurezza nazionale.

Questa giornata, oggi più che mai, vuole ricordarci come la cultura e libertà di espressione possono renderci liberi e vuole essere un invito a continuare a portare avanti le nostre convinzioni, senza paura di critiche né giudizi.

E proprio mentre siamo chiusi nelle nostre case a causa del Coronavirus, ci rendiamo conto sempre di più come il blogging può rappresentare una finestra sul mondo.

Buon World Blogger’s Day a tutti!

A proposito, in occasione della giornata mondiale dei blogger, ho deciso di fare un regalo a tutti coloro che hanno aperto da poco un blog e vogliono approfondire la materia:

lo sconto del 20% per l’acquisto del mio libro “Manuale per aspiranti blogger” sul sito web della Dario Flaccovio Editore inserendo il codice “blogger” nel carrello in fase di acquisto.

Ancora auguri a tutti i blogger!

made with by Medialabs