paella valenciana
foto: pixabay

Valencia non solo è una città meravigliosa ricca sia di storia che di innovazione, è anche una città fatta di tradizioni che si tramandano sin dai tempi dei tempi.

Ma è anche una città di colori, un mix di arte, mare e movida.

Oggi scopriamo insieme l’antichissima tradizione della paella valenciana, a proposito, non la avete ancora assaggiata? Cosa aspettate? Sarà una delle squisitezze di cui non vi dimenticherete mai, promesso!

Dalle origini

Possiamo collocare la nascita della paella tra il secolo XV e XVI, nasce secondo esigenza dei contadini e pastori di avere un pranzo facilmente trasportabile e composto da ingredienti presenti attorno a loro.

La Paella prende il nome dal recipiente in cui i valenciani erano soliti cucinarla: si tratta di una grande padella in ferro, poco profonda e con la particolarità di essere munita di due manici posizionati su lati opposti in modo tale da reggere il peso della pietanza e ha un diametro minimo di 20 cm. Nessuno all’epoca avrebbe mai immaginato che oggi la paella sarebbe diventato un piatto così famoso e così amato in tutto il mondo!

Inizialmente la paella veniva preparata con il riso e con le verdure che si avevano a disposizione quel giorno, successivamente si è iniziato ad arricchirla con carne e pesce, oltre alle solite verdure. Il riso comunque rimane l’elemento principale.

Una paella di 20 cm equivale a una razione di solito, di 28 cm per due, di 30 per 3, di 40 per 8 e di 55 per 15 e così via fino ad arrivare a quelle molto molto grosse usate durante sagre paesane o avvenimenti importanti.

La padella, se è di qualità, è fatta in ferro lavorato a mano o in acciaio. Logicamente al giorno d’oggi i materiali in commercio sono svariati quindi ci sono moltissime varianti.

paella padella
foto: pixabay

 

Com’è fatta

La paella, secondo la tradizione, dovrebbe essere cucinata all’aria aperta usando legna d’arancio, che a Valencia è facilmente reperibile.

La legna d’arancio attribuisce un aroma unico al piatto e ha la caratteristica di mantenere il fuoco costante e facile da controllare, cosa che nella preparazione di questa pietanza è fondamentale!

Quando non è possibile utilizzare la legna di solito si usa una serpentina circolare a gas, in modo da distribuire il calore a tutta la paella.

Consiste quindi in tre anelli regolabili in cui passa il gas.

Come abbiamo detto il tipo di paella esistente non è solo uno, esiste di “marisco”, cioè di frutti di mare e pescato del giorno, oppure di carne varia, che di solito è pollo e coniglio, insieme, in fine quella vegetariana, come si faceva alle origini solo con la verdura che si aveva disponibile quel giorno.

Di base è un piatto povero ma è gustosissimo!

paella valenciana mariscos
foto: pixabay

La ricetta

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

1 Bicchiere di Olio extravergine di oliva

1 Pollo in pezzi

1 Coniglio in pezzi

300 grammi di fagioli Ferradura, freschi

1 Pomodoro medio

1 Cucchiaio di peperoncino dolce

Zafferano

6 bicchieri di acqua

200 grammi di Garrofó (fagiolo di Lima)

Sale a piacere

3 bicchieri di riso

1 rametto di rosmarino

PREPARAZIONE

Per prima cosa bisogna riscaldare l’olio nella paella (padella) a fuoco basso.

2 Rosolare il pollo e il coniglio per circa 5 minuti.

3 Aggiungere la verdura lavata e tagliata a pezzi, i fagioli, i carciofi e il pomodoro grattugiato. Friggere alcuni minuti fino ad ottenere un soffritto omogeneo.

4 Aggiungere il peperoncino e friggere a fuoco molto basso per un minuto, poi versare l’acqua.

5 Aggiungere lo zafferano, il garrofó e il sale a piacere.

6 Alzare il fuoco e lasciar bollire per circa 15 minuti.

7 Aggiungere le lumache, se si desidera.

8 Distribuire il riso su tutta la padella.

9 Lasciar bollire altri 15 minuti e provare il brodo. Aggiungere sale se necessario.

10 Gli ultimi 7-8 minuti aggiungere il rosmarino, lasciarlo cuocere circa 5 minuti e poi toglierlo.

11 La paella sarà pronta quando l’acqua sia evaporata, ma non sia completamente secca.

12 Affinché si formi il ‘socarrat’ (abbrustolito) sul fondo della paella (padella), cuocere ancora qualche minuto a fuoco basso

minuto a fuoco basso
foto: pixabay

Tastarròs, la Festa del riso a Valencia

Tastarròs è un evento gastronomico che si svolge a Valencia, in Plaza del Ayuntamiento.

Se siete amanti del riso, è il vostro posto! Avrete la possibilità di scoprire e gustare la cucina valenciana ma soprattutto la Paella!

Questa Festa inoltre ha come obiettivo anche di impegnarsi a livello ambientale, i Tastarrò cercheranno di ridurre al minimo gli sprechi servendo con stoviglie compostabili e cucchiai realizzati con materiali organici.

festa paella valencia
foto: pixabay

 

Total
7
Shares
made with by Medialabs