State già pensando a dove trascorrere le vacanze estive appena sarà finita l’emergenza Covid-19?

La Provincia di Trapani è una meta turistica adatta a tutte le tipologie di viaggiatori e offre molte e differenti possibilità di svago. Famosa per il suo mare cristallino che bacia spiagge bianchissime, le sue coste sono quasi totalmente balneabili e adatte anche ai più piccoli. Da non perdere anche i borghi nelle sue immediate vicinanze, i siti archeologici e la sua meravigliosa cucina tipica.  Ecco cosa vedere e consigli utili per una vacanza.

Cosa vedere in Provincia di Trapani

  1. Trapani: Antica e suggestiva, ricca di storia, arte e monumenti che testimoniano il passaggio di culture e popoli che a Trapani avevano piantato radici profonde, tra le attrattive da non perdere segnaliamo le chiese cittadine, la Torre di Ligny, la Riserva e Museo delle Saline ed ovviamente le spiagge (San Giuliano, Porta Botteghelle, Cala Baretta e Cala dei Turchi).
  2. Erice: una delle mete siciliane più visitate, è stata inserita nei borghi più belli d’Italia. Fondata dai greci e passata sotto varie dominazioni, si presenta oggi con un impianto medievale perfettamente conservato e caratteristico. Da vedere il Castello di Venere e Balio, la Torretta Pepoli, le antiche mura, alcune chiese e il museo archeologico
  3. Selinunte e Segesta:
    Segesta fu fondata dagli Elimi ma sviluppata urbanisticamente sotto il dominio romano, è famosa per la sua area archeologica perfettamente conservata. Bellissimi il tempio del V secolo a.C. e il teatro che poteva contenere fino a 4.000 persone, presenta anche importanti testimonianze di epoca medievale come le mura e il borgo. Il Parco Archeologico di Selinunte è un’altra stupenda testimonianza della dominazione ellenica, nonché parco archeologico più grande d’Europa. Al suo interno spicca il tempio di Hera.
  4. Marsala: venne fondata dai fenici nel 397 a.C. venne distrutta dai siracusani e poi assoggettata ai romani che la portarono ad essere uno dei centri commerciali più importanti del Mediterraneo. Ricchissima di testimonianze, da vedere sono il Duomo, il Palazzo VII Aprile, il Castello e i musei della città. Per i più curiosi e interessati all’argomento è possibile visitare le cantine che qui producono il famoso vino liquoroso. Ma il vero punto di forza sono le Saline della Laguna e la Riserva dello Stagnone. Una piccola chicca: ricordate di fare un aperitivo da Mammacaura, godendo un tramonto riflesso sulle saline da capogiro (estremamente instagrammabile).
  5. San Vito Lo Capo: San Vito Lo Capo, famosa località balneare con spiagge bellissime e mare cristallino, offre al turista anche rimandi storici attraverso i suoi monumenti e le sue chiese. Da vedere il faro, la Cappella di Santa Crescenzia e il Santuario che ospita anche il museo dove vengono conservati oggetti sacri 
  6. Scopello e Castellammare del Golfo: Scopello, piccolo borgo marinaro fondato in età ellenistica, è una delle mete marittime immancabili della sicilia occidentale, grazie alle sua spiaggie dalla sabbia finissima e dal mare di un inconfondibile azzurro intenso. E’ situato nel territorio di Castellammare del Golfo, altro stupendo comune della provincia trapanese. Tra le tante attrazioni della zona, sono immancabili il Palazzo Crociferi, la Chiesa Madre, la Chiesa della Madonna del Rosario e il Castello e l’immancabile museo della Memoria del Mare 
  7. La Riserva dello Zingaro: probabilmente le spiagge più belle dell’intera provincia sono tutte concentrate in questa meravigliosa riserva. Sono disponibili due accessi, uno nei pressi di San Vito ed uno nei pressi di Castellammare del Golfo, e il percorso di costa è lungo circa 5 km. E’ un vero must.
  8. Isole Egadi: formate dalle isole Favignana, Marettimo, Levanzo, sono le mete preferite dai turisti in cerca di relax, sole e mare. Dalle spiagge uniche e dalla fauna e fauna incontaminata le Isole Egadi distano da Trapani circa 30 minuti, e sono raggiungibili solo in aliscafo pagando un biglietto dal prezzo medio di circa €15,00 a persona.

Consigli per organizzare il viaggio

Se si ha tempo a disposizione vale la pena fermarsi per almeno una settimana completa e visitare tutto il territorio circostante. Per contenere il budget economico, i periodi strategici sono maggio, giugno, settembre e ottobre. Tuttavia, questa zona della Sicilia non è particolarmente cara. Un pasto completo al ristorante va dai €20,00 ai €35,00 a persona; una camera matrimoniale in B&B parte dai €40,00 al giorno e i biglietti bus possono essere acquistati anche in carnet giornalieri scontati.

  • Periodo consigliato: Tendenzialmente meglio l’estate, la primavera e l’inizio dell’autunno. Per vita da spiaggia giugno e settembre sono i mesi migliori per rapporto prezzo/folla.
  • Consigliato per: famiglie anche con bambini, giovani coppie in cerca di mare e relax, meno giovani alla ricerca di arte e storia.
  • Dove dormire: il nostro consiglio è quello di evitare Trapani città, e scegliere una zona più centrale che può permettervi di raggiungere con facilità anche le zone che si trovano alla periferia della provinci. Una buona soluzione potrebbe essere il Residence Triscinamare a Selinunte, che offre sia formula Villaggio che Hotel. Selinunte si trova a metà fra le zone di Trapani/Marsala/Segesta e Castellammare del Golfo/Zingaro/San Vito.
  • Cosa comprare: bottarga, sale, aglio nero di Nubia, caviale di gambero rosso e i meravigliosi vini DOC Erice, Marsala, Salaparuta e Pantelleria. Ovviamente una menzione speciale va fatta per i dolci a base di ricotta che però sono difficoltosi da trasportare per la deperibilità se non conservati adeguatamente.

Come arrivare:

  • In aereo: l’aeroporto di Trapani dista dal centro città meno di 20 km dal centro città ed appena 50km da Selinunte, luogo in cui suggeriamo di fare base.
  • In auto: da Napoli dista 820 km percorrendo la E45 comprensivo di tratta in traghetto; da Messina dista 333 km percorribili sulla SS133; da Palermo dista 108 km percorribili sulla SS187.

Come muoversi:

Per godersi davvero questa zona della Sicilia è indispensabile noleggiare un’auto. I mezzi pubblici, soprattutto quelli extraurbani che collegano i vari paesi della provincia, non sono particolarmente efficienti. Il prezzo per il noleggio auto parte da €30,00 al giorno.

Se si decide di fare escursioni all’isola di Favignana, dal porto di Trapani partono con frequenza i traghetti Libertylines per circa 40 minuti di traversata al costo minimo di €21,00 a tratta per persona.

Foto: Unsplash

made with by Medialabs