Trascorrere il Capodanno in crociera può essere senz’altro una splendida opportunità, e questa tendenza si sta consolidando sempre più nel corso degli ultimi anni.

Perché quest’autentico boom?

Tantissime persone scelgono di trascorrere la notte di San Silvestro a bordo di una confortevole nave e l’accentuarsi di questo trend, probabilmente, è dovuto anche al fatto che i prezzi medi di queste vacanze si sono notevolmente ridotti negli ultimi tempi.

In passato la crociera era un’icona dei viaggi lussuosi, un’esperienza di vacanza che solo le persone più abbienti potevano permettersi, oggi invece la situazione è cambiata in modo radicale: continuano ad essere disponibili delle crociere lussuose, senza dubbio, ma al contempo vi sono tantissime crociere dal costo accessibile, un prezzo analogo, se non addirittura inferiore, a quello che si dovrebbe sostenere per il canonico pacchetto composto da viaggio e pernottamento presso una struttura ricettiva.

La notte di San Silvestro cade nel cuore delle vacanze natalizie, tante persone godono delle loro ferie proprio in questo periodo dell’anno e ciò contribuisce a rendere questo lasso temporale assolutamente perfetto per vivere una vacanza di questo tipo.

Capodanno in crociera: dove andare?

Fatte queste premesse, dunque, ci si può porre la domanda “fatidica”: dove andare in crociera la notte di Capodanno?

Tanti spunti interessanti possono essere individuati online, ad esempio in portali specializzati quali www.lastminuteclick.it, vediamo tuttavia quali sono le tendenze più diffuse.

La scelta deve essere correlata anzitutto alla lunghezza della crociera che ci si vuol concedere, dunque anche al numero di giorni in cui si sarà in vacanza.

Le sempre gettonatissime crociere nel Mediterraneo

Se si vuol vivere una crociera breve, magari per vivere il classico “weekend lungo” (quest’anno il 31 dicembre ricorre il martedì), l’ideale è optare per una crociera nel Mediterraneo.

Le crociere nel Mediterraneo sono oramai diffusissime, molto apprezzate dai viaggiatori per i loro costi accessibili, per il fatto che non richiedono particolari sforzi logistici e perché sono perfette, appunto, per un’esperienza di vacanza piuttosto breve.

Una mini crociera nel Mediterraneo sa essere perfetta per chi vuol concedersi dai 3 ai 5 giorni di vacanza, soggiornando in una splendida nave e facendo tappa presso dei porti assai interessanti; anche per chi vuol essere un viaggio una settimana, ad ogni modo, quest’opzione è perfetta.

Una crociera al caldo degli Emirati Arabi

Tra le crociere di Capodanno più gettonate si stanno ritagliando degli spazi sempre più importanti quelle relative agli Emirati Arabi: queste zone del Pianeta sono davvero perfette per ospitare una crociera in questo periodo dell’anno, dal momento che le vacanze natalizie a Dubai consentono di godere di temperature piacevolmente calde, ben diverse rispetto ai freddi inverni europei.

Il luogo di imbarco può essere raggiunto dai principali scali italiani e per quel che riguarda le tappe più consuete che vengono compiute da queste navi si segnalano Dubai, Doha e Muscat.

Le esotiche crociere ai Caraibi

Un’altra meta molto apprezzata che consente anch’essa di festeggiare Capodanno tra sole e caldo corrisponde inoltre ai Caraibi.

Questi territori non hanno alcun bisogno di presentazione, essendo una vera icona per quel che riguarda il turismo esotico, e sempre più turisti “di Capodanno” optano per questa soluzione.

Il trasferimento in aereo è più lungo rispetto a quello necessario per raggiungere gli Emirati Arabi, ma l’esperienza di vacanza è destinata a rivelarsi più che soddisfacente: le navi che propongono crociere di questo toccano le coste di isole meravigliose quali St. Marteen, Guadalupa, Santo Domingo, Antigua, Nassau.

Opportunità per ogni target

Le opportunità per vivere il Capodanno in crociera, dunque, sono tantissime e possono accontentare i target più disparati, spaziando da chi non vuol spendere molto a chi non ha problemi di budget, da chi intende star fuori solo per pochi giorni e chi, al contrario, vuol concedersi una vacanza più lunga.

Foto: Pixabay

made with by Medialabs