Dicembre è un po’ il mese dei bilanci e credo che il mio 2019 possa essere racchiuso in una sola parola: CRESCITA

È stato per me un anno molto importante, ma allo stesso tempo molto stressante.

È stato l’anno in cui ho comprato casa a Milano e, tra un viaggio ed un altro, ho dovuto fare i lavori, scegliere i mobili, arredarla ed allo stesso tempo trovare il modo di far conciliare tutto. Tutto ciò mi ha portato a crescere ed accollarmi tutte le responsabilità che fino ad ora non avevo preso in considerazione, tra mutuo, p. iva, bollette da pagare e bilanci da far quadrare…

 

È stato l’anno in cui per la prima volta dopo oltre 30 anni ho cambiato residenza e, quello che era stato un trasferimento momentaneo per testare come sarebbe andata, è ufficialmente diventato un trasferimento definitivo (o quasi).

E’ stato l’ano in cui ho sostituito quasi tutti i miei collaboratori ed ho iniziato a selezionare le persone di cui potermi fidare.

È stato l’anno in cui mi sono resa conto di aver sacrificato tutta la mia vita per questo lavoro dei sogni ed in cui ho deciso di iniziare a selezionare e ritagliare più tempo per me (ma al momento ancora non ci sono riuscita).

Ma è stato anche un anno di grandi soddisfazioni lavorative, viaggi incredibili e indimenticabili in Egitto, Capo Nord, Finlandia, Olanda, Albania, Francia, in cui ho visto per la prima volta il midnight sun, ho sciato in estate sul ghiacciaio francese, sono tornata a Disneyland Paris dopo oltre 10 anni e sono stata nelle tombe dei faraoni nella Valle dei Re in Egitto.

Ma la vita ti presenta sempre un conto, e per ogni cosa bella c’è sempre un contropeso meno bello.

Per il lavoro dei miei sogni ho messo da parte me, e la mia vita.

Mi sono trascurata, mi sono voluta poco bene e, nonostante voglia essere forever young, purtroppo tanto giovane non lo sono più.

Ho un forte dolore alla spalla da oltre tre mesi ed in queste settimane ho finalmente avuto il tempo di fare una radiografia e l’esito è: artrosi cervicale, artrosi lombare e colonna vertebrale inclinata… in pratica sto diventando vecchia e la mia schiena non sopporta più gli zaini da 15 kg ed il mio corpo gli sbalzi di temperatura nel passare dai paesi caldi a quelli freddi in meno di un mese! Come se non bastasse, la mia tiroide ha smesso di funzionare e non sono mai stata così tanto grassa!

Ma tranquilli, continuerò a sorridere e farvi scoprire tantissimi posti meravigliosi anche nel 2020!

 

 

E così, tra i buoni propositi per il 2020 c’è quello di dedicare più tempo a me stessa. La parola d’ordine di questo 2020 che sta per arrivare, un anno con due volte il numero 20, sarà SELEZIONE. Selezionerò i viaggi ed i progetti da fare, le persone da frequentare (perchè mi sono stufata degli uomini fidanzati o sposati che fingono di essere single e che ti cercano di continuo promettendoti mari e monti, per poi farti scoprire che sono già impegnati) e cercherò di dedicare più tempo a me stessa ed alla mia salute, perché gli avvenimenti degli ultimi giorni mi hanno fatto ricordare che, nonostante le numerose creme antirughe, non ho più 20 anni! In questo 2020 vorrei fare meno viaggi ma di maggiore qualità ed avere più tempo da dedicare alle persone importanti.

E voi, che buoni propositi avete per il nuovo anno?
Un abbraccio e ci vediamo nel 2020!

Anna

A proposito, per chi volesse rivivere con me l’ultimo anno, eccovi un recap dei viaggi più belli:

made with by Medialabs