Quando si parte per un viaggio spesso abbiamo già in mente delle immagini, oppure abbiamo letto qualcosa sul Paese che andremo a visitare e tutto ciò in qualche modo ci crea di fatto meno aspettative, ma per contro ci rende tranquilli.

Al contrario, però, chi decide di organizzare un viaggio in Oman, parte senza avere grande possibilità di documentarsi.

Nella maggior parte dei casi, nessuno saprebbe nemmeno dirvi dove si trova l’Oman.

Dove si trova l’Oman

Innanzitutto, l’Oman è uno stato asiatico ed è situato nella porzione sud-orientale della penisola arabica, confinante con Emirati Arabi Uniti, Arabia Saudita e Yemen.

Si tratta, quindi, di una posizione geopolitica privilegiata in quanto rende questo paese punto di incontro tra le terre dell’Africa e dell’Asia e si ripartisce con l’Iran l’accesso al Golfo Persico dove transita il 60% del petrolio mondiale ed un’incredibile quantità di altri prodotti.

Oltre alla sua posizione chiave a livello geografico, l’Oman deve molto anche all’Ibadismo, un ramo dell’islamismo basato sul pacifismo, la tolleranza e l’indulgenza anche verso le altre religioni: Tutto ciò rende questo paese molto più importante di quanto non si possa immaginare per il mondo arabo, ma anche per il resto del mondo.

Si tratta, inoltre, di territori dalla storia millenaria che parte dal terzo millennio avanti Cristo fino ai giorni nostri.

Una società aperta

La sua storia di terra contesa e che ha visto numerose dominazioni e protettorati hanno portato alla nascita di una società islamica esteriormente conservatrice ma in realtà abbastanza aperta, con una ferma convinzione dell’importanza delle proprie tradizioni ma una buona accettazione delle altre culture.

Proprio per questo motivo molti organizzano Tour in Oman in quanto questo paese è considerato il più accogliente di tutte le nazioni arabe: è un luogo dove gli stranieri sono invitati a sedersi e sorseggiare tè e mangiare datteri per genuina ospitalità, piuttosto che come preambolo alla vendita di souvenir. E anche questo è uno dei motivi di fascino di un viaggio in Oman.

La bellezza del paesaggio

Chi organizza un Tour in Oman lo fa soprattutto per la sbalorditiva bellezza del suo paesaggio naturale. La spettacolare costa dell’isola di Masirah, le dune di sabbia ondulate del vasto deserto di Wahiba, i fossili preistorici nelle valli intorno a Buraimi e le aspre montagne di Hajar sono esperienze indimenticabili.

La capitale Muscat

Oltre alle meraviglie del paesaggio, una delle prime tappe di un viaggio in Oman è certamente la capitale Muscat: una città moderna circondata da montagne e deserto, costruita su un sito che è stato abitato fin dall’antichità.

Qui troverete due fortezze portoghesi che dalla metà del 1500 sorvegliano la baia, in netto contrasto con gli edifici moderni sorti negli ultimi anni. Questi forti, chiamati Al Mirani e Matrah Fort sono mete turistiche popolari durante un tour in Oman perché permettono una bella vista sul mare e sull’intera città. Oltre a queste fortezze, che però non sono visitabili all’interno, la città offre anche alcuni palazzi interessanti e musei da vedere. Da non perdere, poi, la Grande Moschea Sultan Qaboos: un edificio nuovo, completato nel 2001, ma architettonicamente classico come struttura che è la terza più grande moschea del mondo capace di ospitare di 20.000 fedeli.

made with by Medialabs