Spiagge chilometriche, mare cristallino e tanti punti di interesse storico-naturale. Santo Domingo, capitale della Repubblica Dominicana, è nell’immaginario collettivo un vero e proprio angolo di paradiso.

Ad accrescerne la fama nel tempo, sono state sicuramente le spiagge, bagnate dal meraviglioso Mar dei Caraibi:la sabbia bianchissima di Santo Domingo, infatti, si è fatta strada fino ad arrivare in ogni parte del mondo, attraverso foto e cartoline.

Oggi questa località può dirsi una delle più rinomate mete vacanziere, ma ricondurne il nome all’idea di un soggiorno solo mare e relax sarebbe riduttivo.

Tanti altri sono infatti i vantaggi offerti da un viaggio in Repubblica Dominicana. La possibilità di attraversarne la storia è tra questi e molti sono dunque i siti culturale da poter visitare.

Anche le bellezze naturali del posto non si limitano a mare e spiagge, dissipandosi equamente di area in area. Insomma, sono diverse le cose da poter fare durante una vacanza qui. Vediamole insieme.

Spiagge

Sicuramente una vacanza a Santo Domingo non può prescindere dalle sue spiagge. Sono state proprio le spiagge a portare il nome della Repubblica Domenicana in tutto il mondo. Queste bellissime distese di sabbia bianca, ben immortalata nelle cartoline, seducono infatti milioni di viaggiatori. L’acqua cristallina del posto dà vita a baie meravigliose. Tra quelle da non perdere c’è Boca Chica, una spiaggia valorizzata dalla presenza della barriera corallina.

Poco distante troviamo poi Caribe, altrettanto graziosa. Molto bella infine è anche quella di Juan Dolio.

Ciascuna delle spiagge citate accompagna l’intrattenimento balneare con la presenza di taverne e ristorantini.

Centro Storico

Il centro storico di Santo Domingo è molto grazioso. Qui possiamo trovare tantissimi storici edifici e architetture coloniali da ammirare, ma anche chiesette e musei a cui fare visita in una giornata lontana dal sole e dalla spiagge. Nella zona del centro storico si concentra anche l’aggregazione turistica: si trovano qui caratteristiche botteghe e negozietti dove poter fare shopping.

Spoglie di Cristoforo Colombo

A Santo Domingo si può anche intraprendere un tour sulle tracce di Cristoforo Colombo, che sbarcò qui durante la sua esplorazione americana. A Santo Domingo Este, infatti, il famoso esploratore viene omaggiato con un affascinante luogo di commemorazione. In questo punto si ritiene possano essere conservate le spoglie del celebre navigatore. Altro monumento ad egli dedicato è l’Alcazar, una costruzione fatta edificare proprio dal figlio nel 1510. Diego Colombo e sua moglie Maria, infatti,  vissero qui per molto tempo.

Catedral Primada de America

Viaggiare vuol dire anche immergersi nella storia di un posto. Per conoscere quella di Santo Domingo, non si può che partire dalla Catedral Primada de Ameriga (o anche Cattedrale di Santo Domingo), ossia la prima cattedrale costruita in America. L’edificio fu edificato nel 500 e presenta uno stile architettonico a metà tra rinascimentale e gotico.

Parque Nacional de Los Tres Ojos

Per approfondire il profilo storico di Santo Domingo bisogna invece recarsi al Parque Nacional de Los Tres Ojos. Quest’area riesce a mostrare il volto inedito di Santo Domingo, fatto di grotte, lagune e sentieri molto suggestivi. Le cavità proposte dal sito erano un tempo usate dalla popolazione come rifugi o luoghi di culto e venerazione.

Informazioni utili

Prima di partire per una vacanza a Santo Domingo, non dimenticate di stipulare un’assicurazione di viaggio in grado di coprirvi in caso di infortuni o malattie, ma anche qualora il vostro bagaglio non dovesse arrivare o arrivare con ritardo (cosa molto frequente quando si fanno degli scali). Con AIG, ad esempio, è possibile stipulare un’assicurazione viaggio singolo a prezzi davvero vantaggiosi per coppie e famiglie. Ad esempio, i neonati fino a 2 anni sono assicurati gratuitamente se in viaggio con i familiari, mentre i minori in viaggio da soli pagano la polizza al 50% della tariffa base. La polizza può essere stipulata anche dopo aver prenotato il viaggio, ma consiglio di farlo almeno 10 giorni prima della partenza, per essere tutelati in caso di annullamento viaggio.

made with by Medialabs