L’isola di Ibiza, in Spagna, nell’arcipelago delle Baleari, nota soprattutto per le sue discoteche e la sua vita notturna, ha in realtà delle spiagge e calette bellissime, che faranno innamorare anche chi non ama il mare.

Se vi aspettate di trovare spiagge e lidi super movimentati sui quali si inizia a ballare dalle 17:00 stile Mykonos, vi sbagliate di grosso e l’unica alternativa per voi potrebbe essere la movimenta Playa D’Embossa.

Ma se invece amate il mare e vi piace andare alla scoperta di calette e spiagge segrete, dai fondali trasparenti pieni di pesci colorati e paesaggi mozzafiato, avrete solo l’imbarazzo della scelta.

Trovare una spiaggia brutta ad Ibiza è davvero difficile, anche se la zona delle spiagge e calette più belle è quella che si trova tra il golfo di Sant Antoni de Portmary e Sant Josep de la Talaia.

Sono tutte spiagge libere, alcune con ristorantini e piccoli lidi attrezzati con ombrelloni e lettini, anche se, se vi trovate ad andare in alta stagione nel periodo di luglio e agosto, troverete difficilmente un lettino ed un ombrellone libero, perché sono quasi tutti già prenotati per tutto il mese.

Il consiglio è quindi quello di acquistare un ombrellone e godervi la spiaggia libera come gran parte delle persone che vivono l’isola.

Ma quali sono le spiagge più belle di Ibiza?

Vi indico di seguito la mia personale classifica con le spiagge e  calette di Ibiza che mi hanno fatto innamorare, e che sono certa piaceranno anche a voi.

 

Cala Salada e Cala Saladeda

Al primo posto della mia personale classifica c’è Cala Salada, che con l’adiacente Cala Saladeda, è una delle spiagge più belle dell’isola.

Arrivarci è piuttosto facile, ma se arrivate dopo mezzogiorno, troverete la strada chiusa perché il parcheggio sarà già pieno e vi faranno parcheggiare nel parcheggio a 2 km di distanza, collegato poi con la spiaggia con navetta che parte ogni 30 minuti ed il cui biglietto costa € 1,90.

L’attesa però ne vale davvero la pena. Appena arriverete a Cala Salada, resterete affascinati dalle sue acque smeraldo e dalla natura incontaminata che circonda la caletta.

Il consiglio, però, è di salire lungo la scogliera e raggiungere l’adiacente Cala Saladeda, ancora più bella.

La spiaggia nei mesi estivi è molto affollata da gruppi di ragazzi (quindi sarà anche facile fare amicizia) e ci sono venditori ambulanti che vendono empanadas, mojito, bicchieri di frutta fresca, e bocadillos.

Cala Tarida

Al secondo posto della mia personale classifica c’è Cala Tarida, sulla costa occidentale di Ibiza nel comune di Sant Josep.

La spiaggia è facilmente raggiungibile in auto e molto ben attrezzata, rendendola una delle spiagge preferite dalle famiglie con bambini.

E’ la spiaggia più grande del lato nord ovest dell’isola di Ibiza ed ha sabbia bianchissima ed acque limpide e cristalline, che variano dai colori del turchese, azzurro e verde smeraldo, sulle quali si affacciano bar e ristoranti.

Alle spalle della spiaggia invece, ci sono numerosi resort, ed è il motivo per cui nei mesi estivi è sempre affollata.

Playa de ses Salines

La Playa de Ses Salines, a sud dell’isola, nel Parco Naturale Protetto (Parc Natural) de Ses Salines che comprende anche la spiaggia Les Illetes di Formentera, è una lingua piatta di sabbia dorata dal mare caraibico, sulla quale si affacciano numerosi locali per aperitivi, rendendola una delle spiagge più belle e movimentate di Ibiza, preferita soprattutto dai giovani che amano aspettare la notte con i cocktail in mano e i piedi nella sabbia.

Qui troviamo i famosi chiringuito Malibu, Guaranà e Sa Trinxa dove fermarvi a pranzare o a bere un cocktail dopo il bagno. Di fronte alla spiaggia di Las Salinas ci sono molti yacht di lusso di proprietà di ricchi e famosi.

Questa spiaggia è facilmente raggiungibile con passerelle di legno ed un parcheggio gratuito.

Per arrivarci, bisogna attraversare la suggestiva zona delle saline di Ibiza, dal paesaggio davvero spettacolare, dove, se siete fortunati, potrete anche avvistare i fenicotteri rosa.

Nel lato più a sud della spiaggia, nelle vicinanze del Sa Trinxa troverete la zona frequentata da nudisti. In questo particolare punto, la spiaggia si trasforma in un’insenatura frastagliata e rocciosa, dove si formano piccole calette intime ideali per allontanarsi da lontano da occhi indiscreti e prendere il sole nudi o in totale relax.

Sa Caleta

Sa Caleta, a circa 2 chilometri da Santa Eularia des Riu, è una piccola caletta isolata con un paesaggio unico in tutta l’isola di Ibiza, dove il mare color smeraldo contrasta con le rocce ferrose color arancio.

Se siete in cerca di pace e relax questo luogo è perfetto, perché non è molto affollata nemmeno nei mesi di agosto ed ha un paesaggio lunare meraviglioso.

Questa spiaggia, chiamata anche Es Bol Nou, circondata da spettacolari scogliere rosse che creano una sensazione di isolamento dovuta alla loro forma a ferro di cavallo, si trova in una pittoresca insenatura, punteggiata da rustiche capanne di pescatori, ed ospita anche le rovine del primo insediamento fenicio di Ibiza risalente al 654 a.C. e dichiarato patrimonio dell’umanità nel 1999.

Anche questa spiaggia è facilmente raggiungibile ed ha un ampio parcheggio gratuito dove poter parcheggiare l’auto.

Io vi consiglio di costeggiare il ristorantino che sovrasta la spiaggia e salire lungo la stradina acciottolata per andare alla scoperta del sito archeologico che si trova nei suoi dintorni, nel quale è possibile osservare un insediamento cartaginese del VII secolo a.C. dichiarato Patrimonio UNESCO.

Platges de Comte

La spiaggia di Cala Comte si compone di due calette, Cala Conta e Racó d’en Xic, che creano dall’alto una bellissima immagine da cartolina.

Anche qui la sabbia è bianchissima ed il mare caraibico (anche se quando ci sono stata io c’era molto vento ed il mare era agitato).

È raggiungibile in auto, autobus e, in estate, traghetto dal porto di Sant’Antonio. A nche qui trovate parcheggio gratuito.

Questa caletta ha una bellissima vista sulle piccole isole disseminate vicino alla costa di Ibiza ed è caratterizzata da due tratti di sabbia, uno circondato da un litorale roccioso, l’altro da dune di sabbia.

Su questa spiaggia si affaccia il ristorate Sunset Ashram, dal design creativo che si fonde perfettamente con lo stile delle rocce e che dalla sua posizione dominante permette di osservare dall’alto tutta la cala. La sera, il Sunset Ashram ospita vari DJ che suonano durante gli spettacolari tramonti, ma è soprattutto un posto dove ci si può rilassare completamente.

Da qui è anche possibile vedere uno dei bellissimi tramonti dell’isola.

Cala Bassa

Cala Bassa è l’unica caletta in cui abbiamo trovato parcheggio a pagamento, ma di soli € 5,00 per tutta la giornata e, compreso nel biglietto del parcheggio, un ticket per ritirare una birra al bar più famoso della cala, il Cala Bassa Beach Club.

Inutile dirvi che anche qui le acque sono turchesi e caraibiche e, con il sole, c’è un bellissimo gioco di luci e colori che dal turchese vanno allo smeraldo fino all’azzurro cielo.

Avventuratevi anche sulla scogliera laterale per ammirare il bellissimo paesaggio su tutta la cala (e magari fare qualche amicizia).

Cala d’Hort

Last but not least (perché è davvero difficile dire quale tra queste è più e meno bella, ognuna ha le sue parciolarità), c’è Cala d’Hort,  una delle spiagge più in voga di Ibiza, dato che affaccia direttamente sull’isolotto di Es Vedrà, uno dei punti più panoramici dell’isola, nonché uno dei post anche più avvolti da mistero.

L’isolotto di Es Vedrà è avvolto da miti e leggende, la più popolare delle quali è che, di fatto, è il terzo punto più magnetico della Terra (dopo il Polo Nord e il Triangolo delle Bermuda). Non ci sono prove a sostegno di questa teoria, anche se alcuni riferiscono che gli strumenti di navigazione siano disturbati nelle vicinanze di Es Vedrà.  Fatto sta che assistere poi al tramonto da lì è stato magico!

Anche questa caletta è facilmente raggiungibile e prevede ampi spiazzi di parcheggio gratuito.

Il consiglio è di restare fino a tardi e spostarsi poi sulla cima della montagna per assistere al tramonto dall’alto sull’isolotto di Es Vedrà.

Cala Vedella

La meno famosa Cala Vedella, si trova in un bellissimo scenario naturale ce la rendono una baia chiusa dalle rocce, quasi come se fosse una piscina naturale. Arrivati qui, vi sembrerà di trovarvi un luogo diverso da tutti gli altri, in cui le costruzioni che circondano la baia state progettate per integrarsi alla perfezione con il contesto d’inserimento, senza impoverirlo esteticamente.

Qui trovare parcheggio è un po’ più difficile, ma non impossibile.

Voi ne avete altre da aggiungere?

made with by Medialabs