Finalmente è arrivato agosto e le tanto desiderate vacanze estive.
Se ancora non avete deciso dove andare, la nostra bella Italia offre tantissime alternative adatte a tutti i gusti: dalle famiglie con bambini, alle coppie, fino a gruppi di amici o amiche in cerca di divertimento.
La settimana scorsa sono stata a Lignano Sabbiadoro sulla costa del Friuli Venezia Giulia, di fronte alla Slovenia.
Non c’ero mai stata prima e devo dire che mi ha lasciato piacevolmente sorpresa per la sua bellezza.

Ho infatti scoperto che Lignano Sabbiadoro, oltre ad avere una lunghissima spiaggia dorata con un mare bandiera blu, è anche una destinazione verde piega di parchi e zone in cui dedicarsi agli sport outfoor: dall’hiking al biking, dalla vela al golf fino al fishing oltre a tante altre.
Quest’anno, inoltre, sono 60 anni dalla nascita del comune di Lignano Sabbiadoro e per l’occasione sono stati organizzati tantissimi eventi in città.
Con una cornice verde che conta oltre 1.200.000 pini marittimi e, alle sue spalle, la selvaggia bellezza della laguna di Marano Lagunare, area dalla biodiversità straordinaria molto nota anche per il pesce di qualità delle sue acque, Lignano Sabbiadoro riserva non poche sorprese se di desidera vivere un weekend di fine estate al mare, tra relax, natura, enogastronomia e cultura.
Inoltre, in occasione del suo 60esimo compleanno, Lignano ha avviato un cambio di paradigma strategico che vede gli stabilimenti balneari aderire al progetto plastic free, basato sull’eliminazione della plastica monouso a favore di quella biodegradabile.

Un’altra azione che punta a difendere la qualità della vita in spiaggia è l’istituzione dell’area vip del bagno 2 di Lignano Pineta completamente smoke free.

Impronta fortemente green anche per ciò che riguarda l’energia, con stabilimenti balneari alimentati a pannelli solari, scelta funzionale all’utilizzo delle risorse naturali pulite e alla capitalizzazione dei fattori climatici favorevoli di cui gode la destinazione.

Motivo in cui per scegliere Lignano Sabbiadoro come destinazione delle proprie vacanze.
Ma vediamo insieme cosa fare a Lignano Sabbiadoro:

Relax al mare

Sicuramente il principale motivo che porta a scegliere Lignano Sabbiadoro per le proprie vacanze è il suo mare con 39 bagni, 3 spiagge attrezzate con tutti comfort e 3 spiagge libere accessibili ai cani.
C’è inoltre un segmento vip dove hanno sostituito l’ombrellone classico con proposte di più alto livello come ad esempio i gazzebi.
C’è infatti una grande ricerca alla personalizzazione da parte dei bagni.
Prezzo medio € 18,00 un ombrellone con due lettini.
Tutti gli alberghi e gran parte degli appartamenti hanno l’offerta camera + ombrellone.

Passeggiate per le vie del centro

Davvero piacevole anche la passeggiata tra le vie del centro ed i suoi negozietti, per dedicarsi ad un po’ di shopping, gustare un gelato e fermarsi a bere un cocktail in uno dei bar con musica dal vivo.

Concerti in spiaggia

L’estate a Lignano Sabbiadoro ha in programma anche tantissimi appuntamenti musicali per soddisfare tutti i gusti. Da Jovanotti a Renzo Arbore, da Fiorella Mannoia ai Negrita, sono tantissimi i concerti in programma nella beach Arena allestita nel Bagno 6, all’Arena Alpe Adria, allo Stadio Teghil e in Piazza M. D’Olivo, con una varietà che saprà accontentare tutti i gusti musicali e tutte le età.

Io ho assistito al concerto di Fiorella Mannoia e, per quanto non sia una sua fan, è stato molto bello e convolvente ed è stata l’occasione per ascoltare per bene alcune sue canzoni, dai testi davvero profondi che raccontano consapevolezze e prese di coscienza, riflessioni su sé stessi, sull’umanità, sulla vita e sui sentimenti, in tutte le loro sfaccettature.

Tra i prossimi concerti in programma, ritorna il Jova Beach Party il 28 agosto, il 4 agosto ci sono i Nomadi, il 15 agosto gli Offspring, il 23 agosto Eduardo Bennato ed il 26 agosto Renzo Arbore.

Escursione a Marano Lagunare

Durante il giorno, non perdetevi un’escursione in barca a Marano Lagunare, la parte più meridionale della regione dove finisce la laguna ed inizia la pianura.
Marano Lagunare, in provincia di Udine, deriva il suo nome da alcuni ritrovamenti del neolitico trovati ad Aquileia di una famiglia che chiamava molto probabilmente Mario da cui Marano Lagunare.
Fu governato dalla Serenissima, da Venezia e per questo è l’unico paese del Friuli dove parlano
Il dialetto veneto e non la lingua friulana.
Attività principali sono la Pesca e il commercio.
È possibile ancora oggi vedere i resti di quella che era l’Industria del tonno Maruzzella che nel 2009 è stata chiusa.

Visita alla Riserva Naturale Valle Canal Novo

Nella zona di Marano Lagunare si trova la riserva naturale Valle Canal Novo dove è possibile passeggiare immersi nella natura e dove ho potuto osservare gli uccelli migratori che dal nord Europa fanno sosta qui prima di andare in Africa. Ormai li seguo ovunque,  dopo averli visti nei parchi nazionali dell’Olanda e in Norvegia mi toccherà tornare in Africa (joke) 😂

Le lagune sono principalmente delle paludi (infatti in dialetto paluo).

Nei pressi della Riserva siamo andati a visitare l’azienda vinicola Ghenda che ha i vigneti direttamente sulla laguna e che produce 3 tipologie di vino bianco, 3 di rosso e delle bollicine.

Bilancia di Bepi

Di ritorno da Marano Lagunare, con la carga, fermatevi alla Bilacia di Bepi che è un Self service e take Away per le barche e degustate il pescato del giorno.
Noi abbiamo avuto anche l’opportunità di vedere come funziona la bilancia, che è una particolare tipologia di pesca a rete.

Aperitivo in spiaggia sotto le stelle

Fate poi un aperitivo in spiaggia al tramonto e fermatevi poi a cenare sotto le stelle.
Io l’ho fatto al Ristorante il Giardino Mediterraneo del Bagno 13 dove ho mangiato Cicala di mare, dentice mantecato, code di gamberi marinati in saor e polpa di granchio e Involtini di pesce spada.

Weellness e Spa

Coccolatevi poi con una mattinata di massaggio e SPA da Kinesis a Lignano Pineta dove, oltre ad un bellissimo massaggio rilassante in una cabina con le pareti di vetro che affacciano direttamente sulla spiaggia permettendoci di guardare il mare ma allo stesso modo da fuori non possono vedere dentro, c’è la possibilità di poter anche noleggiare per qualche ora il terrazzino privato con jacuzzi vista mare.

Delta del fiume Tagliamento

Una passeggiata merita poi il Delta del Fiume Tagliamento dove potete andare in bicicletta lungo la pista ciclabile, prendere L’ X River, il battello che collega Lignano a Jesolo) o pernottare nelle Floating Houses (case galleggianti in perfetto stile olandese).

Attività sportive

L’estate a Lignano Sabbiadoro ha tutte le risposte per chi – anche in vacanza – vuole praticare sport. Che si tratti di sportivi allenati o di persone alle prime armi, ogni giorno le spiagge e i bagni di Lignano Sabbiadoro propongono attività sportive gratuite per tutti. Dallo spinning al water nordic walking, passando per l’aerobica e lo step, tutto è più bello con il rumore delle onde del mare e i piedi nella sabbia!
Ma anche vela, windsurf, kiteparasail. Mare e vento sono i protagonisti indiscussi degli sport a Lignano Sabbiadoro, dove anche i bambini e i ragazzi possono cimentarsi in nuove attività grazie alle scuole specializzate. Basta saper nuotare per iscriversi a uno o più corsi tra quelli proposti. Occasione perfetta per conoscere nuovi amici e far crescere l’amore per il mare!
 

Mostra Andy Warhol: la Pop Art a Lignano

Un’ottima occasione di viaggio può essere la mostra “Andy Warhol: la Pop Art a Lignano”, in programma dall’8 settembre al 13 ottobre, alla Terrazza Mare, edificio simbolo della località rivierasca friulana che si protende sospeso verso il blu dell’Alto AdriaticoLa mostra, organizzata per il 60° anniversario di Lignano in omaggio alla sua modernità e capacità guardare avanti con occhi colorati capaci di emozionare e accogliere, mette in scena la rivoluzione del genio di Pittsburgh  attraverso l’esposizione di opere iconiche come  Marylin, i Flowers, Sant’Apollonia, Jackie Kennedy e Beethoven, litografie, memorabilia e video d’epoca. L’ingresso è gratuito ed è possibile visitarla tutti i giorni dalle 18.00 alle 24.00.
 

Dove dormire

Ho pernottato all’Hotel Monaco in pieno centro. Le camere sono molto confortevoli e poi ha un rooftop pazzesco con lettini e jacuzzi con vista su tutta Lignano.
 

Dove mangiare

Per le cene, oltre al Ristorante il Giardino Mediterraneo, di cui vi ho già parlato, vi consiglio:
 
Ristorante Agosti, in pieno centro, dove ho mangiato fritto di latterini e gamberetti di laguna,
Canestrelli Kroazia e cappelunghe del posto, polpo tiepido su vellutata di fave, bigoli con ragù di cappelunghe, risotto acquerello con gamberi rosa Kroazia, triglia di scoglio su patata Viola e stracciatella di burrara.
Ristorante Bancut nel Golf Club di Lignano immersi nel verde.
Qui ho mangiato:

Crema di mascarpone con arachidi e acqua di prezzemolo;

Salmone marinato agli agrumi;
Pesce ombrina;
Sfogliatina alle fragole con crema chantilly.
Total
38
Shares
made with by Medialabs