Avete mai pensato di poter sciare estate? Se la risposta è negativa, allora non siete mai stati a Les 2 Alpes sul ghiacciaio francese a 3600 metri di altezza dove le piste sono aperte tutto l’anno!

Io ci sono stata a inizio luglio ed è stato bellissimo lanciarsi sulle piste rosse e azzurre mentre tutti erano al mare.

Ho avuto la fortuna di imparare a sciare a 5 anni, quando tutti gli inverni andavo in Abruzzo con i miei genitori, i miei zii ed i miei nonni.

Certo, sciare sul ghiacciaio in estate non è come sciare sugli Appennini in inverno.

Bisogna fare un po’ di attenzione perché in alcuni tratti c’è ghiaccio e non neve ed è più facile cadere, ma sicuramente si trovano meno sciatori occasionali “della domenica” e più sciatori esperti.

Infatti, c’erano tantissime scuole sci di tutta Italia (anche la scuola sci Napoli e la scuola sci Vesuvio) che erano lì ad allenarsi per l’inverno.

Les 2 Alpes, così chiamate perché nascono dall’unione dei due villaggi di Venosc e Mont de lans, sono tra le più rinomate stazioni sciistiche per lo sci estivo e non potevo scegliere destinazione migliore per lo sci estivo.

Si parte da un’altezza di 1600 metri fino ad arrivare in cima a 3600 metri con 2 seggiovie, 8 skilift, 2 cabinovie, un ascensore inclinato, 2 tapis roulant, una funivia ed una funicolare.

Un vero e proprio villaggio sciistico con anche una grotta museo e numerosi rifugi dove fermarsi a bere spritz e champagne tra una sciata e l’altra.

Se vi aspettate di trovare tanto freddo, in realtà non è così. Perché sulle piste ci sono circa 12 gradi mentre a valle ce ne sono 25 e più.

Ho quindi indossato abbigliamento da neve, ma più leggero. Ad esempio ho indossato solo la sotto giacca da sci in piuma leggera e non ho messo la maglia termica. Ho indossato la fascia di lana per i capelli invece del cappello di lana e gli occhiali da sole invece della mascherina.

Ho avuto l’opportunità di provare i bellissimi sci di legno Rip’n Wud noleggiati da Inter Sport a valle.

Ma il ghiacciaio in estate è bello anche perché offre tantissime altre attività, sia per gli amanti degli sport outdoor che per chi vuole semplicemente rilassarsi per fare compagnia a compagni o amici sciatori.

Basta infatti scendere a valle per trovare 25 gradi e rilassarsi a bordo piscina nel lussuoso Chalet Mounier con veduta sulle piste oppure fare un pic nic al lago La Boussoniere, raggiungibile a piedi da Les 2 Alpes.

Per gli amanti dell’avventura e delle emozioni adrenaliniche, invece, oltre allo sci estivo, è possibile lanciarsi in parapendio per osservare la bellezza delle montagne e del ghiacciaio dall’alto oppure in un down hill in mountain bike lungo i numerosi sentieri che da Les 2 Alpes arrivano fino a Venosc godendo appieno tutta la natura verdeggiante delle montagne al di sotto del ghiacciaio.

Anche in questo caso, se non avete le bici, potete noleggiarle in loco da Bike Infinity, complete di casco e para colpi, perché la sicurezza è sempre molto importante quando si fa sport.

In alternativa, potete cimentarvi in piacevoli sentieri di trekking o in skateboard. Io ho fatto un simpatico percorso di trekking di 3km con un dislivello di 700 m da Les 2 Alpes a Venosc per raggiungere la scuola rafting.

Io vi consiglio infatti di non perdervi anche l’adrenalinica esperienza di rafting da Vénéon Eaux Vives con partenza dalla valle di Vénéon che vi farà vivere un’esperienza unica.

Ho fatto tante volte rafting su fiumi e torrenti diversi: dal Piemonte al Friuli al Lazio, ma devo ammettere che il rafting a Les 2 Alpes mi è piaciuto molto perché ha previsto più soste lungo il percorso: una per vivere l’esperienza di buttarsi nel fiume ghiacciato che arriva direttamente dal ghiacciaio e farsi trasportare dalla corrente ed un’altra per ammirare una bellissima cascata ed avere l’opportunità di andarci proprio sotto.

Per l’esperienza di rafting avete bisogno semplicemente di un costume, perché poi provvedono loro a fornirvi la muta, il giubbotto salvagente ed il caschetto.

A voi non resta che affidarvi alle guide esperte e divertirvi!

Dove mangiare

In Francia e in montagna si mangia molto bene e a Les 2 Alpes avete solo l’imbarazzo della scelta.

Io ho mangiato in diversi ristoranti, tutti davvero squisiti. Ve li segnalo:

Ristorante Le Grain de Sel in 1 Rue Saint Claude: dove ho fatto un aperitivo con spritz con aggiunta di chapagne (molto buono che vi consiglio di provare) e poi ho mangiato la marmitte oceanic di pesce ed un creme brulè au genepie flambè. Il genepie è un liquore locale fatto con le erbe del posto bevuto come digestivo.

Ristorante de lo Chalet Mounier (un hotel 4 stelle in pieno centro in 1 Rue De La Chapelle): qui la cucina è più ricercata e molto molto buona dove i piatti sono presentati come se fossero delle opere d’arte.

Ristorante Casa Nostra: dove ho preso un buonissimo pesce di fiume e poi il tortino a cioccolato presentato in una marmitte (le Mit-cuit au Chocolat Vairhona).

Ristorante del Chamois Lodge: dove ho fatto prima aperitivo all’aperto con il simpatico caminetto sui tavoli con spritz e affettati e formaggi vari e poi ho cenato nella sala interna prendendo una tagliata di carne con patate.

La Route des Savoir-Faire de l’Oisans a Venosc dove, dopo il rafting, ho provato la Galete le madame. La Galete è una sorta di crepe salata che può essere farcita a vostra scelta. Io l’ho presa con uovo, funghi, pomodoro e formaggio fuso.

Dove dormire

Io ho pernottato allo Chamois Lodge, un residence nuovo molto carino allestito tutto in legno in perfetto stile montagna.

Come arrivarci

Les 2 Alps non sono molto distanti dall’Italia. Da Torino sono a solo 1 ora di treno prendendo un regionale per Oulx e poi da lì noleggiando un’auto o prendendo un autobus che arriva a Les 2 Alpes.

*Articolo scritto in collaborazione con Atout France e Les 2 Alpes in seguito alla partecipazione al press tour.

made with by Medialabs