Ogni volta che torno a Napoli è sempre una grande emozione: la mia città, dove sono nata, dove sono cresciuta e dove ho vissuto fino ad un anno fa.
Una città bellissima ma dai mille contrasti che la rendono proprio per questo motivo unica.
Però Napoli ha anche tante similitudini con l’altrettanto bella e romantica Parigi: dall’amore per la moda a quello per l’arte… e allora… se per una sera Napoli diventasse Parigi o Parigi si trasformasse in Napoli?
Uno sogno!
Forse, ma non del tutto!

Lo scorso 12 giugno Atout France, l’ente per la promozione del turismo francese in Italia, ha presentato la destinazione Parigi nella bellissima cornice di Villa Belvedere Carafa, Villa napoletana settecentesca ed interamente affrescata con una veduta pazzesca su tutto il golfo di Napoli.

Una serata organizzata da Atout France , daComitato Regionale per il Turismo Paris gion e da Air France in collaborazione con Albatravel Group, operatore molto attivo sulla destinazione Parigi. 

Alla presenza del Console Generale di Francia, Laurent Burin des Roziers, del Direttore Generale del CRT Paris Région Christophe Decloux, di Jean-Luc Lecomte, Area Manager sud di Air France  e Luca Riminucci, Direttore vendite di  AlbatravelFrédéricMeyer, Direttore di Atout France Italia, ha sottolineato l’importanza sempre maggiore della destinazione Parigi e la sua Regione sul mercato italiano.

Erano presenti Aldo Fabris, Presidente Albatravel Group e Roberto Pagnotta , Area Manager Albatravel per il Sud Italia. 

I dati lo confermano : nel 2018 la Francia ha raggiunto un nuovo record di frequentazione, con  89,4 milioni di turisti internazionali e un incremento dell’ordine del +3%. Questi eccellenti risultati- ha sottolineato il direttore Meyer- si devono in gran parte a Parigi e alla sua regione, che è la prima destinazione turistica della Francia con una clientela internazionale in forte crescita, dell’8,7%, e naturalmente in particolare alla clientela italiana, presente sia del settore affari che leisure, che si attesta con la maggiore crescita turistica fra i mercati europei, con un +27,5%.

L’attrattività di Parigi e della sua Regione spazia da siti turistici unici, eventi sportivi e culturali di livello internazionale, un dinamismo culturale unico, un’atmosfera speciale, luoghi insoliti da scoprire…Ed è con la dinamica positiva portata avanti da Parigi e della sua Regione e dal paese interoche la Francia punta a raggiungere i 100 milioni di visitatori per il 2020.

Anche quest’ anno e per la stagione estiva Parigi e la sua Regione offrono il massimo. Fra le novità da non perdere la mostra immersiva su Van Gogh all’Atelier des Lumièresla grande mostra su Tutankhamon alla Villette, la riapertura del rinnovato Museo Carnavalet,la grande mostra d’autunno su Leonardo in occasione del Cinquecentenario dalla morte, al Louvre. 

Un’offerta sempre ricca e ottimizzata dal Paris Region Pass che dà accesso a 60 Musei di Parigi, agli open tour e agli splendidi castelli appena fuori Parigi, a cominciare da Versailles.

Una scelta non casuale quella di Napoli: il capoluogo campano e Parigi sono unite da profondi legami culturali e storici, e Napoli costituisce un bacino di grande importanza per Parigi e la sua Regione : è al 3° posto per arrivi turistici, e offre collegamenti aerei Air France in continuo incremento, con 78 voli diretti alla settimana verso la Francia, di cui il 60% a destinazione degli aeroporti RoissyCharles de Gaulle e Paris Orly.

La serata è stata così l’occasione anche per premiare i professionisti italiani che hanno maggiormente promosso la destinazione Parigi e la sua Regione : operatori turistici, agenti di viaggio, media.  

Sono stati premiati da Christophe Decloux , Direttore Generale Paris Règion e Frederic Meyer, Direttore Atout France Italia, come miglior agente di viaggio Patrizia Granatocome migliore Agenzia Rogiro Vacanze  con Giosy Costigliolaper il miglior network con il TO Albatravel, Welcome Travel Group con la presenza di Adriano Apicella,Amministratore Delegato, CristianEsposito per il Business Travel di Aladino Viaggi Serena Bernardo di Viggi Channelche ha realizzato 3 reportages su Parigi , come premio per la stampa.

Davvero per una sera Napoli è diventata un po’ Parigi…Perchè Parigi ama Napoli e Napoli ama Parigi !

made with by Medialabs