Sirmione

A pochi km da Milano c’è un borgo incantato in un castello medievale che sorge su una penisola direttamente sul Lago di Garda dove sembra quasi di immergersi in una fiaba. Sto parlando di Sirmione, piccolo borgo in provincia di Brescia ai confini tra Veneto e Lombardia che per anni è stato avamposto miliare, e che negli ultimi anni è diventato un luogo molto gettonato per il turismo sia per la presenza di vestigia romane e medievali, alcune risalenti anche al neolitico, sia per le acque termali, rendendolo un luogo molto amato dai turisti in cerca di pace e tranquillità.

Ci sono stata per tre giorni ad inizio aprile e, nonostante il tempo non sia stato dei migliori, è stato impossibile non innamorarsene.

Il Lago di Garda ha quel non so che di magico che lo rende un luogo davvero unico: glicini, infinity pool, cigni… mi è sembrato quasi di vivere in una fiaba. Una fiaba che grazie a Sirmione Boats mi ha fatto sentire la protagonista.

Sirmione

Il solo svegliarsi tutte le mattine tra le mura medievali con camera vista lago di Garda mi trasmetteva una serenità tale che da sola valeva tutto viaggio.

Sirmione è davvero una piccola chicca a misura d’uomo e la si visita tranquillamente in un pomeriggio, ma è bello anche rilassarsi alle terme e godersi le passeggiate in motoscafo lungo il lago di Garda.

Sirmione

Cosa fare quindi in tre giorni a Sirmione e sul Lago di Garda?

Visita al Castello di Sirmione

Sicuramente se siete giunti fino a Sirmione, dovete assolutamente visitare il suo bellissimo castello scaligero, una rocca di epoca scaligera, punto d’accesso al centro storico nonchè uno fra i più completi e meglio conservati castelli d’Italia, oltre che raro esempio di fortificazione lacustre.

Il castello è bagnato su tutti i lati dalle acque del lago di Garda, e su uno di questi lati è stata realizzata, poco dopo la costruzione del castello, la darsena, che un tempo rappresentava il luogo di rifugio della flotta scaligera.

Le mura e le tre massicce torri maggiori sono caratterizzate dalle merlature a coda di rondine che contraddistinguono ogni costruzione scaligera: dietro questi tre torrioni emerge l’imponente mastio, alto 47 metri, sotto al quale si trovavano le celle destinate ai prigionieri.

Un tempo si poteva accedere alla rocca sia dall’esterno del centro abitato sia dal borgo stesso tramite ponti levatoi, mentre oggi è possibile entrare soltanto dal borgo.

Sirmione

Brunch a Villa Cortine

Vi consiglio di visitare la bellissima Villa Cortine, che sorge sulla collina sulla punta più estrema di Sirmione, dove durante il mio viaggio ci siamo fermati a fare un bellissimo e buonissimo brunch vista lago, con una veduta panoramica pazzesca, nelle lussuose sale interamente affrescate della villa.

Villa Cortine è un Hotel di lusso dal 1953, dove è possibile sia pernottare alla ricerca di momenti di riposo, per cercare l’ispirazione o ritrovare la carica dopo un periodo particolarmente stressante oppure dove festeggiare eventi e ricorrenze importanti come può essere ad esempio un matrimonio. La villa è anche pet friendly e predispone delle camere adatte anche agli amici a 4 zampe.

Villa CortineVilla Cortine

Il nome Cortine proviene dal latino cortes (luogo di difesa) ed in epoca romana qui si trovava un presidio militare. Testimonianza del passaggio dei romani sono anche le Grotte di Catullo e le Terme. Nel 800 d.C. vi fu edificato un monastero, di cui sono ancora visibili a sud della collina tracce del chiostro e della chiesa. Nel 1259 la Famiglia Scala, in guerra contro Venezia, costruì il castello per proteggere la piccola comunità sirmionese, ma forse furono proprio le alterne vicende belliche a determinare la fuga dei religiosi.

A fine ‘800 il Conte Kurt Von Koseritz acquistò il parco di circa 5 ettari e, nel 1898, fece iniziare i lavori di costruzione dell’attuale villa, che oggi è di proprietà della Famiglia Ghidini, noti industriali bresciani. La facciata della Villa rispetta un rigoroso stile neoclassico, con grandi colonne a sostegno della facciata. I pregiatissimi marmi veronesi sono stati fatti arrivare, su chiatte, via Lago e sono tutt’ora apprezzabili gli affreschi, le vetrate colorate ed alcuni mobili dell’epoca.

Villa CortineVilla CortineVilla Cortine

Gita in motoscafo fino all’isola di Garda

Vedere le sponde del lago dal suo centro ha sicuramente il suo fascino. Consiglio quindi di prenotare un’escursione con Sirmione Boats, il consorzio motoscafisti del lago di Garda,  per visitare le sponde del lago fino alle sue isole.

Non può mancare infatti una gita in motoscafo alla scoperta di Sirmione dal lago e delle sorprendenti bellezze del Lago di Garda.

Sirmione

Forse non sapete che in passato il lago di Garda si chiamava Benaco, che vuol dire isola perché è pieno di isolette come l’Isola de conigli, così chiamata perché prima era piena di conigli e l’Isola di Garda, un’isola molto lunga e molto stretta che oggi è di proprietà privata della famiglia Cavazza e che a volte viene fittata interamente per festeggiare i matrimoni.

Villa Cortine

I proprietari vivono tutto l’anno su una parte dell’isola, mentre dall’altra parte c’è un museo ed una zona dedicata agli eventi.

E’ importante sapere, però, che si può scendere sull’isola solo se si è accolti dai proprietari e solo dietro una richiesta di permesso, che noi ovviamente avevamo e siamo quindi andati alla scoperta di questa piccola ma graziosa isoletta.

Al suo interno c’è un bellissimo palazzo in stile neogotico veneziano con colonne e arcate, dove si trova anche il museo della famiglia Cavazza con oggetti storici di fine 800.

Il porto di attracco dei motoscafi, dove siamo scesi, e la pelagra furono costruiti nel 1830. La pelagra era l’osteria dove il personale era solito trascorrere in compagnia il tempo libero dalle incombenze quotidiane.

Per anni  stata gestita dalla famiglia Zanca che si è tramandata il lavoro da padre in figlio.

Pensate che fino agli anni 60 il postino veniva in barca a portare la posta.

Vicino la pelagra si trova anche una scultura molto particolare, opera di un artista locale che ha rappresentato l’anima dell’Ulivo sull’ulivo più antico di tutta la villa.

Giro in motoscafo lungo la costa

Lasciata l’isola di Garda, è bello andare anche alla scoperta della costa del Lago di Garda, sul quale si affacciano ben 3 regioni Italiane: Veneto, Lombadia e Trentino.

E’ possibile quindi vedere le montagne innevate del Trentino, le grotte di Catullo, il lungolago di Saló e Gardone, che è stato uno dei più antichi inaugurati sul Garda dopo il terremoto del 1901; la Promenade Des Allemandes, dei tedeschi, Palazzo dei Martinengo e la Torre legata a D’Annunzio.

Lago di GardaLago di GardaLago di Garda

Grotte di Catullo

Se siete amanti della storia e dell’archeologia, non perdetevi le “Grotte di Catullo”, con il cui nome si  identifica una villa romana edificata tra la fine del I secolo a.C. e il I secolo d.C. a Sirmione, sulla riva meridionale del Lago di Garda. Il complesso archeologico è oggi la testimonianza più importante del periodo romano nel territorio di Sirmione ed è l’esempio più imponente di villa romana presente nell’Italia settentrionale. Noi le abbiamo viste solo dal lago, ma se riuscite, vi consiglio di andare a visitarle.

Le grotte sono dedicate a Catullo, non perché lo scrittore ci sia stato, ma perché da lui sono state decantate e quindi è stato deciso di dedicargliele.

Grotte Catullo

Degustazione alla Cantina Ca del Frati

Nel territorio di Sirmione e del lago di Garda si produce il vino bianco Lugana e, quale miglior modo per capire la sua bontà, se non quello di andare a visitare una delle cantine in cui è prodotto?

Siamo quindi andati a visitare la Cantina Ca del Frati, di proprietà della famiglia Del Cero, che si trova all’interno di una chiesa sconsacrata ed il cui nome deriva proprio dal luogo storico in cui si trova: era una casa dei frati dell’ordine dei carmelitani scalzi.

Cantina Ca Dei Frati SirmioneCantina Ca Dei Frati Sirmione

Non usano più la barricaia antica ma ne hanno una nuova 6 metri sotto terra. Usano solo botti nuove.

Dopo la visita alla cantina abbiamo fatto la degustazione provando:

  • Lugana ai Frati 2018
  • Lugana Brolettino 2017
  • Pratto vendemmia tardiva di Lugana 2017

Cantina Ca Dei Frati SirmioneCantina Ca Dei Frati Sirmione

Relax al complesso termale Aquaria Thermal SPA

Sirmione è conosciuta anche e soprattutto per le sue acque termali. Quasi ogni hotel ha la sua piscia termale, e poi c’è il complesso Aquaria Thermal SPA con numerose saune, piscine di acqua termale interne ed esterne, infinity pool ed una grande zona relax.

L’acqua termale di Sirmione è sulfurea salso iomodica ed ha un effetto immediato sulla pelle. Contiene, infatti, una rilevante quantità di zolfo, sotto forma di idrogeno solforato, sodio, bromo e iodio ed unisce le proprietà delle acque sulfuree e delle acque salsobromoiodiche conferendo azioni terapeutiche che coinvolgono tutto l’organismo e in particolare gli apparati respiratorio, osteoarticolare, circolatorio, cutaneo e ginecologico. La sua temperatura, sempre tra i 34 e i 36 gradi, permette di godere delle splendide piscine esterne anche in inverno e le sue proprietà esfolianti preparano la pelle per l’abbronzatura nelle stagioni estive.

Se riuscite, fate anche la seduta di meditazione e ventilazione nelle saune, ne uscirete davvero rigenerati!

Terme SirmioneTerme SirmioneTerme Sirmione

Gita a Peschiera del Garda

Da Sirmione, sempre in motoscafo, vi consiglio anche una gita a Peschiera del Garda, unica fortezza veneziana circondata dall’acqua, patrimonio Unesco dal 2017, sulla sponda più a sud del lago di Garda, in un’area riparata dai venti sulle rive del Benaco e del fiume Mincio.

Peschiera vi lascerà senza fiato per la sua bellezza, con fioriere piene di fiori colorati, palazzi storici ed il ponte dei Voltoni, canali, chiese e palazzi storici, fortificazioni e piccoli moli dove sostano le barche.

Peschiera del GardaPeschiera del GardaPeschiera del Garda

Dove mangiare

Vi consiglio alcuni posticini in cui mangiare:

Aperitivo sulla terrazza dell’Hotel Catullo per ammirare il tramonto sul lago;

Pranzo in agriturismo “Cascina Maddalena” dove vi faranno provare i piatti tipici locali e dove potrete assaggiare i vini locali prodotti dalla loro cantina, ognuno con un nome ed una storia incredibile, di cui l’etichetta svela già qualche dettaglio;

Cascina MaddalenaCascina Maddalena

Pranzo al ristorante le Ali del Frassino a Peschiera del Garda, una location che vi lascerà senza fiato per la sua bellezza, situata in una zona del lago protetta, dove potrete pranzare rilassati tra infinity pool, glicini fioriti e terrazza panoramica. Io non sarei voluta più andare via.

le ali del fassinole ali del fassinole ali del fassino

Dove Dormire

Io ho pernottato all’Hotel Continental a Sirmione Thermae & Spa, un 4 stelle con camere con affaccio diretto sul lago di Garda, terrazza panoramica dove fare colazione, pranzo e cena con un personale attento ad ogni dettaglio e due piscine termali all’aperto, sauna e bagno turco che vi faranno sentire davvero rigenerati.

Hotel Continental SirmioneHotel Continental Sirmione

Ma, se cercate una situazione più raccolta, potete pernottare anche a Le Ali del Fassino a Peschiera del Garda, dove sopra l’agriturismo ci sono delle camere molto carine oppure a Villa Cortine sulla collina di Sirmione, dove sono ben accetti anche gli amici a 4 zampe.

Qui il mio video:

*Articolo scritto in seguito alla partecipazione al blog tour organizzato da Sirmione Boats

made with by Medialabs