casa vacanze

Stanchi dei ritmi deliranti della metropoli in cui vivete? avete finalmente deciso di fare un investimento dedito alla felicità e siete alla ricerca della vostra piccola oasi di pace nel mondo per trascorrere le vacanze al mare o in montagna con la vostra famiglia?

Bene! Sicuramente l’acquisto di una casa, seppur delle vacanze, è pur sempre una scelta impegnativa.

La paura più diffusa è quella di impegnarsi in un’impresa troppo grande e tutto il processo che precede o segue l’acquisto della casa viene vissuto con poca serenità.

Un primo consiglio utile che vogliamo darvi a tal proposito è di non barcamenarvi troppo nella scelta dell’appartamento: quella che difatti nasce come una romantica avventura potrebbe trasformarsi in una serie, faticosa ed estenuante, di atti pratici e il piacere di lanciarsi in questo nuove progetto potrebbe andare presto perduto.

La ricerca può infatti richiedere più tempo del previsto ma l’edilizia potrebbe rivelarsi una valida alleata nella risoluzione di tutti i problemi pratici: la scelta di ristrutturare non è poi così spaventosa se ci si affida a delle buone imprese edili pronte ad aiutarvi nella realizzazione di una casa che possa essere quanto più simile all’idea che avevate in mente.

Ma tornando alla domanda che in questi giorni vi tormenta: dove e come comprare la perfetta casa delle vacanze?

Nelle righe sottostanti proviamo ad indirizzarvi nella scelta, tenendo conto delle mete e dell’andamento di mercato.

Un valido investimento immobiliare non può non tenere conto delle Canarie, le isola di Tenerife o Lanzarote, che si mostrano tra le destinazioni più economiche al momento.

Secondo dei recenti studi, tuttavia, la Spagna può essere considerata al primo posto tra gli investimenti immobiliari da considerare. Sulla costa catalana, ad esempio a Lloret de Mar, è possibile trovare dignitosissimi appartamenti senza spendere più di 2.200 euro al metro quadro; se invece prediligete località turistiche più movimentate come magari le isole di Ibiza e Formentera una casa in riva al mare vi costa tra i 4.000 e i 6.500 euro al metro quadro.

La Grecia, del resto, si conferma una scelta più che vantaggiosa se si considera il rapporto qualità – prezzo: guardare il sole calare sul mare da una tipica casetta tinta di bianco ogni anno dev’essere davvero gratificante. Farlo poi sapendo di non dover spendere più di quanto guadagnato è inoltre un vero sollievo.  La crisi economica, infatti, ha contribuito ad abbassare ancora di più le quotazioni, ed è quindi possibile oggi acquistare una casa vista mare sull’isola di Rodi spendendo all’incirca dai 2.000 – 2.700 euro al metro quadro. Se invece sognate più in grande –  e già in testa vi si era materializzata l’immagine di voi che bevete un Mojito, sdraiati comodamente sulla sabbia bianca dell’isola di Mykonos –  il prezzo di una villetta vista mare ammonta ai 5.000 euro al metro quadro.

Anche la Croazia può essere annoverata tra gli investimenti immobiliari più economici: a Fiume ad esempio, città portuale dotata di gran fascino, i prezzi al mq sono più bassi e oscillano tra 1.400 e 1.700 euro.

Volendo invece restare in Italia le scelte più valide in termini economici potrebbero ricadere sulla Calabria o la Sicilia, dove il prezzo di un bilocale vista mare varia dai 40 ai 50.000 euro.

made with by Medialabs