Estate a Maiorca: cosa fare

Avete già prenotato le vacanze estive? Se siete ancora indecisi e vi ispira la Spagna, al posto della super gettonata Ibiza, vi consiglio di optare per la meno inflazionata, ma non per questo meno bella, Maiorca, la più grande delle Isole Baleari.

Io ci sono stata qualche anno fa e mi è piaciuta davvero moltissimo. E’ un’isola che si adatta facilmente a diversi tipi di vacanza, in base alla località che si sceglie: dalla vacanza per giovani single in cerca di divertimento, al quella per le coppie in cerca di intimità, fino alla vacanza per famiglie con bambini a seguito.

Tutto dipende dalla parte dell’isola che si sceglie, come evidenziato anche dal sito Iberostar.com. E’ una località dinamica e cosmopolita, che offre divertimento ma anche scenari paesaggistici mozzafiato, alternando montagne suggestive con ampie pianure. Imperdibile poi una visita alla bellissima e suggestiva cattedrale di Palma di Maiorca ed un giro tra i vicoli della città.

Cattedrale Palma di Maiorca

 

Dove dormire

Le cittadine di Palma di Maiorca, Magaluf, Alcudia e Illetas sono infatti molto diverse fra loro. Se siete single in cerca di divertimento dovete sicuramente scegliere la zona di Magaluf piena di locali notturni e pub inglesi, senza rinunciare ad una visita alle altre zone. Io ero nella località Palmarola di Magaluf e mi sono trovata molto bene. Qui trovate una selezione dei migliori hotel a Maiorca.

Mallorca

Come muoversi

Per gli spostamenti consiglio di noleggiare un’auto o una moto perché l’isola è molto grande e merita di essere visitata tutta, perché saprà regalarvi scorci davvero molto belli e inaspettati.

Mallorca

Le spiagge più belle di Maiorca

Sicuramente il motivo principale per una vacanza a Maiorca è il suo mare e le sue bellissime spiagge di sabbia bianca. Ecco una selezione delle più belle:

Playa Es Trenc è una delle spiagge più famose di Maiorca ed è caratterizzata da sabbia bianca finissima e da acqua bassa, ideale quindi anche per i bambini.

Cala Formentor,  una lunga e stretta lingua di sabbia bianca finissima, incorniciata dalla macchia mediterranea che raggiunge quasi la spiaggia dove il mare è cristallino.

Cala Egos ha un’insenatura delimitata da scogliere, incorniciate da pini. Il mare racchiude tutte le sfumature di turchese, con fondali per lo più sabbiosi, raggiungibile via mare o a piedi, partendo da Cala D’Or. Nelle vicinanze si trova anche una bellissima piscina naturale nascosta tra le rocce. Per raggiungerla bisogna recarsi presso l’Aparthotel Roc Las Rocas (“Avenue è Fortí 107” Cala d’Or).

Spiaggia di Porto Cristo che si trova sulla costa orientale di Maiorca non lontana da Sa Coma, Cala Millor e Manacor.

Cala Mondragò, una località selvaggia con due spiagge a pochi metri di distanza da Porto Petro che fa parte del Parc Natural Mondragó, caratterizzato da foreste di pini, baie e calette sabbiose. È facilmente raggiungibile, anche con mezzi pubblici.

Cala Esmeralda,  una pittoresca spiaggia di sabbia chiara delimitata da basse scogliere ricoperte da una pineta. Il mare è bellissimo, con sfumature che vanno dal verde all’azzurro e il paesaggio è armonioso e si sposa perfettamente con la natura circostante.

Calo Des Moro

Non solo mare ma anche sport e avventura a Maiorca

Maiorca, come le altre Isole Baleari, è un vero paradiso per coloro che amano l’avventura e gli sport all’aria aperta. Su queste isole è possibile immergersi nella natura incontaminata ed esplorare i territori dell’entroterra in totale liberà. Grazie alla loro particolare topografia e al clima favorevole, queste isole offrono tutto l’anno un territorio fertile per le attività sportive – a terra, in mare ed anche in aria – e attraggono i turisti per via dei panorami mozzafiato di cui si può godere: punti panoramici, grotte a picco sul mare, coste frastagliate, ma anche percorsi verdi e lunghe spiagge sabbiose. Tutti questi luoghi sono ideali per svolgere attività sportive legate alla natura, dalla mountain bike al trekking, passando per immersioni subacquee, kayak e windsurf. Sulle isole le strutture specializzare vengono migliorate di anno in anno, offrendo sempre la massima sicurezza. Inoltre sulle isole, nel caso si fosse sprovvisti di attrezzature, è possibile trovare una vasta gamma di negozi specializzati che vendono tutte le attrezzature necessarie per praticare questi sport.

Maiorca

L’isola di Maiorca vanta strutture sportive di prima classe: uno stadio di calcio, un velodromo e un gran numero di campi da golf. Inoltre Maiorca è rinomata a livello internazionale per le competizioni nautiche che si tengono ogni estate nelle acque poco a largo dalla sua costa e per le gare di trotto che si svolgono quasi ogni fine settimana negli ippodromi di Palma e Manacor. I visitatori più attivi possono scegliere tra una vasta gamma di sport: per gli amanti del gioco di squadra ci sono tornei di beach volley, partite di calcio o di  tennis; per chi preferisce le attività acquatiche ci sono gare di nuoto, vela, windsurf, ma anche immersioni subacquee e sci nautico; per coloro che invece preferiscono attività più adrenaliniche ci sono voli in deltaplano, paracadutismo e arrampicata su roccia.

Maiorca

Serra de Tramuntana

I paesaggi montuosi dell’isola si prestano ad esplorazioni in bicicletta, un esempio è la Serra de Tramuntana, catena montuosa ricca di gole e canyon che si estende lungo la costa nord-occidentale, che durante l’estate ospita sui suoi sentieri gare in bicicletta, mentre i percorsi più ripidi e con i dossi sono perfetti per la mountain bike. Proclamata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 2011, la Serra de Tramuntana si estende per 90 km e copre il 30% della superficie di Maiorca. Tra i tanti percorsi, la ruta de pedra en sec (da Andratx e Pollença) è tra i più suggestivi e regala un ventaglio di paesaggi unico. In alternativa, l’isoletta di Sa Dragonera ospita un parco naturale ricco di percorsi trekking, per tenersi in forma, godersi la natura e scattare foto da cartolina.

Serra de Tramuntana

Le grotte e i canyon di Maiorca

Maiorca è sede di circa 200 grotte, profondi canyon e gole che sono state erose e modellate nel corso dei millenni: una vera sfida per chi ama esplorare le cavità più recondite della Terra. Se la bellezza naturale dei canyon rimane quasi completamente sconosciuta e accessibile solo a coloro che si affidano al canyoning, circa cinque grotte hanno una ampia struttura che si presta alla visita dei meno impavidi. Laghi e fiumi, acqua dolce e salata, stalattiti e stalagmiti e gallerie sono ciò che attende i visitatori. Nelle grotte di Drach e di Artà, nel nord dell’isola, sono visibili enormi formazioni illuminate a dovere, e ogni visita è accompagnata da spettacoli musicali.

maiorca

 

Nelle Grotte dell’Hams, i capricci della natura hanno eretto impressionanti stalattiti e stalagmiti simili agli uncini, mentre a Palma è possibile visitare le grotte di Gènova. Scoperte casualmente nel 1906 durante la costruzione di un pozzo, queste grotte formano un gruppo di gallerie sotterranee di origine calcarea unite da corridoi naturali. Le grotte sono visitabili con un tour a piedi di quasi un chilometro di distanza e discendono fino a 36m di profondità, alla fine del quale è possibile approfittare di un pranzo a base di prelibate specialità tipiche della cucina maiorchina presso il ristorante Ses coves de Gènova, situato all’interno della grotta.
Per i più temerari, le bellezze di Maiorca sono osservabili dal cielo: attraverso la pratica del parapendio o dello skydiving l’isola sarà ai piedi di chi – più o meno esperto – deciderà di cedere all’incredibile sensazione di euforia e libertà di volare. Sono molte le località dove sono praticabili parapendio e skydiving, le più famose sono certamente Alcudia e Palma.

Maiorca

Dove ammirare i tramonti più belli

Ciò che amo molto dell’estate sono i tramonti a mare. Se anche voi, come me, siete degli inguaribili romantici e non volete perdervi nessun tramonto, ecco i posti più belli i cui ammirare dei tramonti mozzafiato a Maiorca:

Cap de Formentor, stretta penisola di circa 12 kilometri di lunghezza e 3 kilometri di larghezza, è uno dei più grandi monumenti naturali di Maiorca e si trova all’estremo nord dell’isola, nel comune di Pollença. Per raggiungere la punta settentrionale della Sierra de Tramontana bisogna affrontare un percorso impegnativo dominato da strapiombi e tornanti vertiginosi, ma ne vale davvero la pena. Lungo la strada si possono infatti ammirare incredibili paesaggi e il Faro di Formentor offre una delle più belle vedute panoramiche dell’isola: qui il mare si incontra con la montagna e i colori del tramonto regalano ai visitatori uno spettacolo unico e incantevole, incorniciato da rami di pino e querce che sfiorano l’acqua cristallina.

Cap De Formentor
  
Anche a Banyalbufar (che in arabo significa “costruito vicino al mare”) il tramonto ha un sapore speciale. Piccolo paese che fa parte della Sierra de Tramontana, tra i comuni di Estellencs, Esporles e Valldemossa, è famoso specialmente per le sue marjades, terrazze utilizzate in passato per coltivare l’uva che sorgono lungo i fianchi delle montagne e si affacciano direttamente sul mare. Una postazione privilegiata per chi desidera ammirare il tramonto maiorchino in tutte le sue più belle sfumature.

Banyalbufar

Seguimi su YouTube

Oops, something went wrong.