Come fare una colazione all’americana: i pancake

Paese che vai, usanza che trovi. Come ripeto spesso, il modo migliore per conoscere un posto è non solo scoprirne la storia e la cultura, ma anche la cucina locale. E’ solo assaporando appieno i sapori tipici e le usanze del posto.

Se, ad esempio, avete programmato un viaggio negli Stati Uniti, non potete assolutamente perdervi la colazione all’americana con i pancakes allo sciroppo d’acero, che potete poi ripetere anche a casa vostra seguendo questa ricetta per fare i pancake nel modo tradizionale.

Il pancake è un dolce tradizionale americano usato per la prima colazione soprattutto nell’America settentrionale ma riproposto con molte varianti anche in altre parti del mondo. Si tratta di frittelle simili alle crêpe dell’altezza di circa 3 mm realizzate con burro, farina, latte, vanillina, sale, zucchero e uova e poi condite con sciroppo d’acero, panna e fragole, cioccolato fuso, marmellata, miele o frutta secca.

La ricetta tradizionale prevede soprattutto l’utilizzo come dolce dei pancakes, ma non è raro trovarne anche una versione salata in occasione dei brunch, anche qui in Italia.

colazione all'americana

Ma qual è la storia dei pancake?

In realtà, per quanto il nome sia anglosassone, si pensi che i pancake abbiano origini molto più antiche collocabili nell’antica Grecia.

In alcuni documenti del 500 a.C., infatti, due commediografi colleghi di Aristofane (Cratino e Magnete) menzionano un dolce chiamato teganites o tagenites, dal nome della padella nel quale veniva realizzato, a base di acqua, olio d’oliva e farina, cotto e tondo, servito a colazione con il miele. Insomma, una versione antica del pancakes ma senza lievito.

Il dolce greco è stato poi acquisito dai romani, e nel Medioevo ogni paese preparava la sua variante, alcune delle quali sono sopravvissute fino ad oggi come la Kaiserschmarrn tedesca che viene tagliata a pezzettini e servita con frutta secca e zucchero a velo, fino a raggiungere le isole britanniche dove è stato coniato il nome “pancake”.

Gli Stati Uniti, alla ricetta anglosassone, hanno aggiunto il lievito, rendendolo a tutti gli effetti il dolce tipico della colazione all’americana.

pancake

La colazione all’americana

Per una perfetta colazione all’americana non possono mancare quindi i pancakes, da acquistare già pronti o preparare in casa e farcire con il classico sciroppo d’acero.

Dato che in America la colazione è uno dei pasti principali della giornata, dato che a pranzo viene fatto solo uno spuntino frugale e poi si cena direttamente la sera, è il pasto più sostanzioso della giornata e prevede il consumo di cibi sia dolci che salati, a differenza della colazione continentale, che invece prevede il consumo principalmente di portate salate.

La colazione americana inizia proprio con delle pietanze dolci, come il succo d’arancia, il latte intero zuccherato e con cereali, toast al burro, marmellata e miele. Poi si passa al salato, con il consumo di salsicce, uova al tegamino e bacon, verdura, frutta e tanti legumi. Si conclude poi la colazione con il classico pancake, che viene interamente ricoperto di sciroppo d’acero.

La colazione americana così concepita è quella tradizionale degli Usa, anche se è molto diffusa anche in Canada e in diverse aree del Messico.

Preparare a casa la colazione all’americana non è difficile, ma c’è bisogno di organizzazione. E’ consigliabile, ad esempio, iniziare dalla cottura delle uova e del bacon, che hanno bisogno di una fase di preparazione più lunga. Spesso vengono cotti insieme all’interno di una padella, con un soffritto a base di burro e cipolla facendo attenzione che bacon venga dorato da tutti e due i lati. A questo punto potete preparare la spremuta d’arancia e poi dedicarvi ai dolci. I pancakes devono essere realizzati tramite l’adeguato stampo. Per prepararli avete bisogno di 25 grammi di burro, 2 uova, 15 grammi di zucchero, 125 grammi di farina 00, 200 ml di latte intero fresco, 6 grammi di lievito in polvere per dolci e un po’ di sciroppo d’acero.

Bisogna inizialmente far fondere il burro a fuoco molto basso. Differenziate poi tuorli e albumi e versate gli ultimi in una ciotola e sbatteteli a mano, incorporate poi il burro fuso e il latte, a filo, mescolando di continuo con la frusta. Il composto deve essere montato fino a quando non assume una colorazione chiara. Poi potete aggiungere il lievito con la farina, setacciandoli insieme all’interno del composto di uova. Mischiare con una frusta in modo lento. Montate poi gli albumi, inserendo lentamente lo zucchero e poi, una volta spumosi, inseriteli nel composto principale, facendo dei movimenti dall’alto verso il basso, in maniera tale che non si smontino. Fate scaldare a fuoco medio usando una padella antiaderente e versate in mezzo una parte del composto. Una volta cotti poneteli uno sopra l’altro (almeno 3) e versate lo sciroppo d’acero.

Invece, dedicatevi alla preparazione del latte, pane, marmellata e cereali che devono essere semplicemente posti sul tavolo.

Ed ora siete pronti per una perfetta colazione all’americana.

 

Seguimi su YouTube