Mirabilandia: ritornare bambini per un week end nel parco di divertimento di Ravenna

Chi ha detto che i parchi giochi sono adatti solo a famiglie con bambini? Sicuramente si sbagliava!

Questo week end sono stata a Mirabilandia con la mia amica Sabrina Barbante e, pur non avendo figli, nè essendo più una bambina ormai da un bel pò di tempo, ho trascorso due giorni indimenticabili nel parco divertimenti più grande del Centro Italia.

Eh si, per un week end intero sono ritornata bambina passando dal cavalcare un cavalluccio su un carosello per poi buttarmi a capofitto senza timore a testa in giù sulle montagne russe, inzupparmi da testa a piedi sui tronchi, spaventarmi nella Dead House, sognare ad occhi aperti con lo spettacolo di Peter Pan ed ammirare il tramonto sulla ruota panoramica. Una giornata ricca di emozioni, che si sono accentuate ancora di più il secondo giorno a Mira Beach, il parco acquatico di Mirabilandia con numerose piscine, acqua-scivoli e gommoni davvero incredibili!

Mirabilandia

Mi sono affiorati alla mente ricordi d’infanzia, quando a 12 anni andai per la prima volta sulle montagne russe in Florida, costringendo mio padre ad accompagnarmi (perché ero minorenne). Certe emozioni ti restano nel cuore, che si hanno 10 o 30 anni poco cambia, il fanciullino Pascoliano che è dentro di noi non smetterà mai di esistere!

 Mirabilandia

Sono partita il venerdi pomeriggio da Milano con la Nuova Ford Fiesta super tecnologica e super accessoriata presa a noleggio, che con il cambio automatico e l’accensione elettronica mi ha reso la guida nei tratti di traffico meno stressante. Eh si, perchè spostarsi in auto da Milano nel week end è da bollino nero e, anzichè 3 ore, ne abbiamo impiegate 5 per raggiungere Cesena dove abbiamo pernottato all’Unaway Hotel, un hotel 4 stelle situato proprio all’uscita dell’autostrada di Cesena Nord a 10 km dal parco divertimenti.

MirabilandiaFord Fiesta

Appena arrivate siamo andate subito a cena al ristorante “Al Binario 27” adiacente all’Hotel per poi riposarci dopo le lunghe ore trascorse nel traffico.

Mirabilandia

La mattina seguente mi sono svegliata felice come bimba il giorno di Natale: non vedevo l’ora di iniziare a provare tutte le giostre del parco di Ravenna!

Io adoro le montagne russe anche se difficilmente trovo qualcuno di spericolato come me, disposto a farle.

Mirabilandia Mirabilandia

Avevamo il braccialetto freshpass per saltare le code e mi sono divertita a più non posso: tra Katun (a mio avviso la giostra adrenalinica più bella in assoluto del parco) e Ispeed, essere a testa in giù è stato un vero sballo!

MirabilandiaMirabilandia

Ovviamente non sono mancate giostre meno adrenaliniche ma altrettanto belle come il Rio Bravo, che su un gommoncino ci ha portato in giro per un fiume che riproduceva l’ambientazione della foresta amazzonica, i tronchi e l’immancabile carosello che ogni volta mi fa venire in mente il film di Mery Poppins (se non l’avete capito, sono cresciuta con i cartoni della Disney) :D.

Mirabilandia Mirabilandia

Ciò che mi ha colpito molto del parco sono le ambientazioni a tema. E’ diviso in più aree ed ogni area ha un suo tema specifico: la preistoria con i dinosauri, il Messico, l’Amazzonia, la zona dei pirati, il far west e l’America degli anni ’50!

Mirabilandia

Mirabilandia

Mirabilandia

Ed è proprio nell’America degli anni ’50, al ristorante Drive In che ci siamo fermate per pranzo dove è possibile acquistare il menu completo di primo, secondo, contorno, bibita e dolce a soli € 15,00.

Mirabilandia

Mirabilandia

Alle 15:00 ci siamo dirette invece al meraviglioso spettacolo Hot Wheels City presso la Stunt Arena, dove auto e camion si sono sfidate in giochi acrobatici davvero eccezionali e… sorpresa finale, una delle auto ha fatto il giro della morte più alto esistente in Europa: davvero da grande wow!

Il consiglio è di dirigervi all’arena almeno 15 minuti prima dell’inizio dello spettacolo altrimenti rischiate di non trovare posto.

Mirabilandia Mirabilandia

Alle 17:00, invece, non potevo assolutamente perdermi lo spettacolo musical di Peter Pan rivisitato in chiave moderna presso il Pepsi Theatre: un sogno ad occhi aperti, sarà perchè Peter Pan è tra le mie fiabe preferite, che adoro il folletto dispettoso di Trilly, ma a me è piaciuto davvero tantissimo e, se come me, vi sentite un pò bambine, non perdetevelo!

Mirabilandia

Lo so, sono un ossimoro, riesco ad alternare la mia vena avventurosa e spericolata a quella dolce e sognatrice, ma dovreste saperlo ormai!

Il pomeriggio è proseguito tranquillo (si fa per dire), tra la Dead House che però non mi ha entusiasmato particolarmente, un giro adrenalinico sui tronchi con tanto di spruzzo d’acqua per rinfrescarci un pò, ed un giro sulla ruota panoramica al tramonto per vedere tutto il parco dall’alto durante la golden hour.

Mirabilandia Mirabilandia

 

Mirabilandia

Anche la cena ho fatto nel parco, al ristorante Toro Seduto nell’area western, dove c’era musica dal vivo.

E poi, prima di andarcene, alle 22:00 il Night Show, uno spettacolo meraviglioso, quasi magico, nel lago principale del parco tra la nave dei pirati dove dei ballerini mi hanno fatto quasi piangere dall’emozione e la ruota panoramica che si è illuminata come perfetta scenografia e per concludere, fuochi d’artificio finali. Uno spettacolo ricco di effetti speciali con colonna sonora davvero emozionante, tra luci danzanti, raggi laser e bravissimi ballerini.

Mirabilandia

 

Mirabilandia Mirabilandia

Davvero una giornata intensa ed incredibile di divertimento ed adrenalina pura.

Il giorno dopo saremmo potute rientrare nel parco perchè, inserendo il biglietto d’ingresso in una macchinetta posta vicino all’entrata del parco e scattando una foto, è possibile avere l’ingresso gratuito per il secondo giorno. Noi però non ne abbiamo usufruito perchè la domenica c’è stata l’inaugurazione di una nuova area di Mira Beach, il parco acquatico di Mirabilandia con acqua-scivoli  incredibili e meravigliosi, zone di sabbia con lettini e ombrelloni, piscina con le onde e fiumiciattoli relax da attraversare comodamente stesa su una ciambella gonfiabile per prendere tutto il sole divertendosi.

Mirabilandia Mirabilandia

Quindi ho preferito il divertimento acquatico ed un pò di relax al sole prima di rimettermi alla guida per ritornare a Milano.

Il parco acquatico di Mirabeach presenta anch’esso numerose attrazioni sia per adulti che per i bambini: la torre El Castillo ricca di sorprese, la caraibica Lagua del Sol, il Salto del Caribe ed il salto Tropical davvero adrenalinici, un doppio scivolo alto 10 metri, Vuelta Vertigo, lo scivolo a forma di V ed i nuovissimi scivoli Rumba, El Cobra e Los Rapidos, oltre alla rinnovata ed esclusiva area VIP, per vivere l’esperienza del parco acquatico in maniera indimenticabile!

Mirabilandia

 

Due giornate davvero incredibili che consiglio a tutti, grandi e piccini perchè in fondo Mirabilandia non è adatta solo ai bambini ma anche ai ragazzi ed ai bambinoni cresciuti in cerca di divertimento.

Mirabilandia

Quando ho raccontato che sarei andata a Mirabilandia, hanno sgranato tutti un pò gli occhi, ma nel vedere le mie foto ed i miei sorrisoni si sono ricreduti e dovreste farlo anche voi.

A proposito, ci siete mai stati?

Per continuare a sognare, qui trovate anche il video super adrenalinico:

 

Mirabilandia Mirabilandia Mirabilandia Mirabilandia

Ford Italia

*Articolo scritto in collaborazione con Ford Italia e Mirabilandia

** Valigia e borsa: Y not? Milano

Seguimi su YouTube