Dalle opere architettoniche in marmo alle vette innevate delle montagne in inverno, il potere rilassante del colore bianco

Quando si pensa all’inverno, la prima cosa che viene in mente sono le montagne innevate, il candore della neve e la purezza del colore bianco.

Io trovo estremamente rilassante sciare immersa nel bianco della neve, mi permette di annullare i pensieri, rilassare la mente e ritrovare la serenità interiore.

Quando posso, cerco sempre di ritagliarmi del tempo da trascorrere in montagna perché trascorrere dei giorni immersa nel bianco non solo mi rilassa, ma mi fornisce anche una nuova carica ed energia, stimolando la mia creatività.

White Temple Chiang Rai

White Temple Chiang Rai

La stessa cosa mi accade quando mi soffermo ad ammirare la bellezza delle statue e delle opere architettoniche realizzate principalmente in marmo bianco: dalle sculture di Canova alle meravigliose chiese e cattedrali presenti nel mondo cristiano fino ad arrivare in Thailandia alla presenza del tempio bianco di Chiang Rai, il Wat Rong Khun, un’opera singolare nata dall’estro e dalla devozione dell’artista nazionale Chalermchai Kositpipat nel 1997.

Se ci pensate, il colore Bianco comprende tutti i colori dello spettro luminoso e sta agli antipodi del colore Nero: simboleggia il confine che segna l’inizio della fase vitale.

Montin, Bakı, Azerbaijan

Montin, Bakı, Azerbaijan

Il colore bianco evoca la purezza, la verginità, la spiritualità e la divinità. Rappresenta lo stato di purezza e i nobili sentimenti e la voglia di cambiamento. È il tipico colore della stagione estiva ma lo è anche di quella invernale. È il colore che più di tutti rappresenta il silenzio e il freddo. È un colore puro e immacolato e, proprio per questo motivo, nella cultura occidentale è spesso usato nelle cerimonie religiose, come ad esempio gli abiti da sposa.

Se ricordate, l’anno scorso vi ho parlato del tour nell’architettura del bianco nel quartiere Brera di Milano in occasione del White and The City, il progetto ideato da Claudio Balestri Presidente Oikos per creare un evento inedito durante la Milano Design Week.

Quest’anno, il Bianco è ancora protagonista e lo è nel Festival di Sanremo ispirando Claudio Baglioni per Sanremo con la scenografia “La tela bianca” di Emanuela Trixie Zitkowsky, ma anche nello spot promozionale che vede Claudio Baglioni imbianchino colorare dei semicerchi in una parete tutta bianca.  

montagne innevate

Inoltre, il giovane cantante Leonardo Monteiro si è ispirato al Bianco, intitolando la sua canzone “Bianca”. 

Potremmo dire che il Bianco come pittura per le pareti, colore per la scenografia, titolo per una canzone, abbigliamento per i musicisti e conduttori sia veramente il vero protagonista di questa edizione canora, così come lo è stato lo scorso anno alla Milano Design Week dove tutti i prestigiosi palazzi di Brera erano avvolti dalle pitture ecologiche Oikos in un’atmosfera White in the city, il bianco nella città.

“Il Bianco: punto di partenza di tutti gli altri colori” come dichiarato lo scorso anno da Claudio Balestri.

White temple Chiang Rai

White temple Chiang Rai

“Il Bianco: la forza in una scena coraggiosamente bianca, che dà origine alla creatività, all’immaginazione e colora il palcoscenico di Sanremo, cosa che in tv è raro vedere perché di difficile gestione, una tela pittorica bianca che nel corso delle serate sarà imbrattata di tutti gli altri colori” ha affermato Claudio Baglioni che oltre ad essere un famoso cantante è anche architetto dal 24 giugno 2004 si è laureato nella storica facoltà di Valle Giulia in Architettura con 108/110.

Claudio Baglioni continua a spiegare il suo progetto per Sanremo affermando che l’idea riprende il concetto del voler “dare colore al Festival”, mostrando anche i promo in onda questi giorni prima del festival dove i tre conduttori nelle vesti di imbianchini d’eccezione si divertono a colorare un semicerchio in una parete bianca ognuno munito di rullo e pennello, tuta bianca e pitture ecologiche colorate.   

amore e psiche Canova

amore e psiche Canova

Il Bianco, ci racconta Claudio Balestri presidente Oikos, è anche protagonista della campagna pubblicitaria di Oikos su Rai e Sky che partirà proprio durante le serate di Sanremo, sarà “White. Il Bianco Oikos, la pittura ecologica che arreda la casa”, frutto di tanti anni di ricerca e  lavoro svolto internamente ed in collaborazione con i migliori architetti nel mondo, per la sua forte componente innovativa, ha ricevuto il Premio Confindustria 2017 per l’Innovazione a conferma dei forti valori racchiusi nel progetto e che rappresenta  il live motive che caratterizzerà lo spot dove una giovane coppia interpreterà un tipico momento di vita famigliare alle prese con una decisione.  

schilthorn Svizzera

schilthorn Svizzera

 

Lo spot racchiude 3 temi centrali:  

  • il colore Bianco, come scelta cromatica
  • l’innovativa possibilità di 187 nuovi bianchi,
  • l’Ecologia, dove finalmente si potrà respirare aria sana in casa senza elementi tossici.

Insomma, il bianco protagonista a Sanremo m anche nella nostra vita.

Dall’intramontabile outfit black and white, alla cromoterapia fino alle meravigliose opera architettoniche, statue ed edifici storici in cui il bianco accentua tutta la loro bellezza.

 A voi piace il bianco? fatemi sapere se anche a voi crea relax e contemplazione, proprio come a me.

Anna

*Articolo scritto in collaborazione con Oikos

Seguimi su YouTube