5 giorni in Toscana: ecco cosa non devi perderti

Oggi voglio parlare di una delle regioni d’Italia più conosciute in tutto il mondo, una di quelle che rappresenta il cuore pulsante della nostra italica natura: la Toscana. Dai bellissimi paesaggi che cambiano dal mare fino alle dolci colline, passando per i suoi lussureggianti prati e campi, fino al buon vino e alla buona tavola, sempre accompagnati dai sorrisi e dall’allegria dei toscani.

Insomma, una visita alla Toscana (o anche più di una, obviously) è assolutamente d’obbligo!

Ma cosa andare a vedere? La risposta sarebbe “tutto”, ma se si ha a disposizione poco tempo e non si vuole perdere l’essenza di questa splendida regione, è possibile decidere di fare qualche tappa strategica, che possa dare un’idea di ciò che il territorio offre, perciò ecco qui alcuni consigli su un itinerario tipo da provare per un viaggio in Toscana!

Firenze

Partiamo subito con il capoluogo, Firenze è una delle città più ricche d’arte in tutto il mondo, ovunque si respira un’aria densa di storia e colmata dalle meraviglie di scultori, ingegneri e pittori. Basta guardarsi attorno, passeggiare sul Ponte Vecchio e costeggiare l’Arno, magari illuminati dai lampioni che tutt’oggi conservano lo stile dei primi del ‘900, per immergersi in un’atmosfera d’altri tempi.

Firenze pontevecchio

Il mio consiglio è quello di prendersi almeno una mezza giornata per visitare la Galleria degli Uffizi, gioiello di Firenze, dove chiunque sarà sicuramente stregato dalle sculture e dai dipinti, oltre che dal palazzo in sé. Una delle cose che lascia più esterrefatti dei dipinti degli Uffizi sono sicuramente tecniche e colori che rendono il “disegno” quasi tridimensionale. Se si guarda il velluto rosso, ampiamente rappresentato in più dipinti, sembra quasi che questo esca dalle tele chiedendo di essere toccato in tutta la sua morbidezza!

Uffizi Firenze

Uffizi Firenze

 

Ovviamente ci sono altri innumerevoli musei e luoghi da visitare a Firenze, come il Museo Galileo (scienza e tecnica) che merita sicuramente una visita, o ancora quello di Antropologia o di Arte Moderna. Non perdetevi neanche il Duomo e il campanile di Giotto, ed ovviamente addentratevi nelle stradine del centro storico, dei veri musei all’aperto da girare rigorosamente a piedi!

Museo Galileo

 

Colline del Chianti

Dopo la tappa nel capoluogo Toscano vi sentirete culturalmente arricchiti ma probabilmente un po’ provati dalla stanchezza; niente paura, la Toscana ha “pensato” anche a questo! Per rilassarvi un po’ non c’è nulla di meglio di un giro nello splendore delle colline del Chianti, dove potrete godere della bellezza del territorio osservando le dolci colline e camminando nei prati e nei campi delle fattorie.

colline Chianti

La regione del Chianti Classico è famosa in tutto il mondo per ciò che i toscani hanno saputo creare: buon vino e buon cibo immersi in un panorama fiabesco, dove la presenza dell’uomo si armonizza perfettamente col rigoglioso verde che lo circonda. È quasi d’obbligo e di certo fortemente consigliato, andare a visitare una delle fattorie della zona, come la Fattoria di Montemaggio, che accoglie i visitatori offrendo loro differenti ed allettanti proposte.

Montemaggio

Potrete trascorrere la giornata rilassandovi tra i campi, godendo della vista dei vigneti dove, come vi spiegheranno, i terreni si diversificano per i loro componenti, dando origine ai vini migliori della zona come il Chianti Classico. Non perdetevi neanche le delizie della zona, potrete fermarvi per un pranzo leggero così da accompagnare la degustazione di vini, con crostini toscani, la classica pappa al pomodoro, ravioli e tortelli fatti in casa, ribollita, arista ai profumi del Chianti ed altro ancora. Nessuna preoccupazione vi potrà raggiungere in un luogo del genere ma se la vostra voglia di musei e cultura non si sarà ancora sopita potrete organizzare, attraverso la Fattoria, dei tour nei musei della regione, oppure dilettarvi a diventare voi stessi artisti grazie ai corsi di pittura su ceramica, lino o seta. Infine avrete anche la possibilità di partecipare ad uno dei corsi di cucina offerti, dove potrete creare il vostro capolavoro con i migliori prodotti del territorio. Bando allo stress e alle preoccupazioni quindi, è ora di godersi un po’ di pace nel cuore della Toscana!

bruschetta

 

Pisa

Una volta che vi sarete rilassati per bene, vi potrete dedicare ad una nuova tappa, anzi due. Pisa merita sicuramente una visita per ammirare la splendida Piazza dei Miracoli, con il suo Duomo, il Battistero di San Giovanni ed ovviamente l’imperdibile Torre Pendente. Inoltre è assolutamente consigliata una passeggiata lungo l’Arno, ed una visita ai musei del territorio.

Pisa

 

Lucca

Dopo Pisa potrete fare un salto a Lucca, che dista solo mezz’ora di treno, per ammirare Piazza dell’Anfiteatro ed i resti archeologici ritrovati sotto la Chiesa dei Santi Giovanni e Reparata. Immergetevi nelle sue stradine e osservatela dall’alto affrontando i 207 scalini che vi porteranno in cima alla Torre delle Ore. Attenzione però al periodo che sceglierete, tra la fine di ottobre e l’inizio di novembre di solito la città viene “chiusa” per il Lucca Comix, e sarà praticamente impossibile trovare un posto per dormire se non avete prenotato almeno un anno prima, oltre al fatto che le strade saranno invase di stand e cosplayer, mettendo fuori discussione la possibilità di una visita culturale tranquilla. Se invece siete amanti di manga, fumetti, giochi di ruolo e di società, questo è proprio il periodo che fa per voi; mi raccomando però di prenotare per tempo!

Lucca

 

Siena

Siena è una delle città Toscane più belle e visitate, non solo per quello che si può visitare ma anche per l’aria che si respira, per l’atmosfera di tranquillità in cui ogni cosa sembra andare bene. Piazza del Campo merita sicuramente una visita, con il suo pavimento a conchiglia di color mattone, inoltre è qui che si svolge il famoso Palio di Siena, evento atteso da tutti i cittadini.

Siena

Sono molto interessanti anche la Torre del Mangia ed il Museo Civico, oltre ovviamente al Duomo e al Battistero. Vi assicuro che amerete questa città!

 

Seguimi su YouTube