Ischia a settembre: cosa fare oltre alle terme

 
Mi sono innamorata così tanto di Ischia che, dopo averci trascorso una bellissima settimana a fine agosto (trovate qui il reportage del mio viaggio), ho deciso di ritornarci a settembre, sempre con Imperatore Travel, per godere appieno di tutta la sua bellezza. Del resto, è solo ad un’ora di Aliscafo da Napoli, il clima è mite e le giornate sono calde ed assolate quasi sempre fino a inizio novembre. Solo la sera fa un po’ più freschetto, ma basta indossare un giacchino di filo. Eppure troppo spesso la sua bellezza viene offuscata dalla vicinanza alla celebre ed altrettanto bella Capri.
Sono però due isole diverse, che portano inevitabilmente a fare due vacanze diverse.
 
Ischia
 

 
Erroneamente, nell’immaginario comune si associa Ischia al solo turismo termale. Forse perché proprio a Casamicciola, nel 1600 è iniziata la prima forma di turismo termale, oggi ampiamente diffusa ed apprezzata in gran parte del mondo. Niente di più sbagliato.
Ischia non è solo un’isola di mare, ne’ una meta adatta solo al turismo termale, ma offre molto molto di più. 
L’isola si adatta perfettamente a diverse tipologie di vacanza ed a turisti di fasce d’età e stile di vita diversi.
 
 

Le Terme

Ovviamente, quando si parla di Ischia non si può prescindere dalle terme.
Data la sua natura vulcanica, sull’isola sono presenti numerosi complessi termali naturali, oltre alle numerose piscine termali presenti in quasi tutti gli hotel dell’isola.
I più conosciuti dei quali sono i Giardini Poseidon, le terme del Negombo e la fonte delle Ninfe di Nitrodi. Vere e proprie oasi naturalistiche, dove ogni anno numerosi turisti si riversano per rigenerare mente e corpo nelle acque dalle proprietà terapeutiche.
I giardini Poseidon e le Treme del Negombo sono dei parchi termali con numerose piscine di varie temperature, entrambi direttamente sul mare, che permettono di trascorrere una giornata in pieno relax immersi nella natura rigogliosa dell’isola. I primi sono in zona Forio e presentano 20 piscine di acqua termale che sgorga direttamente dall’alto della montagna, di gradi e temperatura diversa, sauna naturale nella roccia, percorso kneip e piscina di acqua salata che affacciano direttamente sulla spiaggia di Citara antistante e che permettono di trascorrere una giornata di relax o divertimento rigenerando mente e corpo, rilassandosi tra ombrelloni e lettini.
 
Giardini Poseidon Ischia Giardini Poseidon Ischia Giardini Poseidon Ischia
 
Le Terme del Negombo si trovano invece nella zona di Lacco Ameno ed affacciano sulla baia di San Montano, l’insenatura più suggestiva dell’ Isola d’Ischia. Il parco è immerso in un’area verde di oltre 9 ettari. Anche qui ci sono tutta una serie di vasche e piscine termali, ma la vegetazione è più tropicale dando la sensazione di trovarsi ai tropici.
terme Negombo terme Negombo terme Negombo

La Fonte delle Ninfe di Nitrodi, invece, non presenta delle vasche termali, ma delle docce termali dagli effetti benefici e sono anch’esse in zona Forio.  E’ lo stabilimento termale più piccolo di Ischia ma è anche la  Spa più antica del mondo. Sono state trovate 12 tavole in cui si trovano degli ex voto dalle quali si evince che anche in passato praticavano quello che noi oggi chiameremmo medicina termale.

Nitrodi è rimasto uno stabilimento molto naturale senza cloro.
A seconda delle patologie è consigliata un’acqua piuttosto che un’altra.
 
  Nitrodi Ischia

 

Le escursioni

Ma Ischia non è solo terme. E’ un’isola molto vasta che offre diverse tipologie di vacanza, adatta un po’ a tutti.

Accontenta i gusti dei turisti in cerca di vacanze attive, grazie ai numerosi sentieri escursionistici che arrivano fino alla cima del Monte Epomeo, il punto più alto dell’isola, dal quale è possibile ammirare una veduta mozzafiato su tutto il Golfo circostante o ancora i punti in cui è possibile fare snorkeling ed ammirare effetti geologici davvero sorprendenti. Sull’isola, inoltre, grazie alla sua natura vulcanica, è presene il fenomeno dei pizzi bianchi, molto simile ai Camini delle Fate in Cappadocia.

Monte Epomeo Ischia

Diversamente da ciò che si pensa, il monte Epomeo non è un vulcano in quanto l’isola d’Ischia non è un unico vulcano attivo, ma un’isola composta da un campo vulcanico con diversi crateri monogenici, ossia da un’unica eruzione, che vuole dire che ogni volta che avviene un’eruzione il cratere si chiude e non erutta più, ma se ne crea un altro.

Monte Epomeo Ischia

I sentieri segnati al momento sono 3, ma in realtà ce ne sono tanti. Alcuni sono consigliati per andare anche da soli, altri no perché ed è consigliabile rivolgersi all’albergo per prenotare una guida.

Il Monte Epomeo è così affascinante perchè proprio qui i greci fondarono la prima colonia della Magna Grecia perché avevano due porti naturali: San Montano e Lacco Ameno.
 

Ischia Monte Epomeo

 

Le spiagge

Ischia è perfetta anche per chi cerca semplicemente una vacanza di mare, grazie alle sue numerose spiagge diffuse lungo tutto il perimetro dell’isola o ancora chi preferisce una vacanza culturale. la più vasta ed estesa, nonchè anche più attrezzata è la spiaggia dei Maronti a nord dell’isola. Ma ci sono anche molte spiagge più piccole e meno frequentate anche in altre zone dell’isola.

spiagge Ischia spiagge Ischia spiagge Ischia

Per chi vuole godere di un effetto termale naturale, c’è la Baia di Sorgeto. E’ raggiungibile percorrendo o 400 scalini in discesa (e noi abbiamo fatto quelli) o con taxi boat da Sant’Angelo, e permette di immergersi in vasche di acqua calda ed acqua fredda dovuta da Fumarole sottomarine che riscaldano l’acqua creando un effetto kneip naturale. Immersa nelle vasche, ne ho approfittato per fare anche una bella maschera di argilla naturale per purificare la pelle e prepararla al lungo inverno! 

Sorgeto

Sorgetospiaggia di Citara

 

Lo snorkeling

Ischia è perfetta anche per gli amanti dello snorkeling e delle immersioni. Non ci crederete, ma ci sono alcuni punti davvero molto belli e suggestivi per gli amanti della vita sottomarina.

Tra i fondali del Castello Aragonese è possibile fare snorkeling tra le “bollicine”, un effetto idromassaggio naturale davvero molto suggestivo dovuto alla presenza di gayser e fumarole sottomarine.

Sempre nella zona di Ischia ponte, c’è un’area marina protetta dove è possibile vedere i resti sottomarini del passato dell’isola: anfore, resti di domus e mosaici.

snorkeling Ischia

Nella zona di Sant’Angelo, invece, lo snorkeling è davvero emozionante. Partendo dall’insenatura della roccia dell’elefante, è possibile ammirare numerosi pesci colorati che si muovono in branchi come se stessero danzando. Da lì, infatti, il fondale, fino all’isola di Capri, diventa profondissimo e non è raro trovare i grossi pesci predatori che solitamente nuotano a grosse profondità e “fanno paura” ai piccoli pesci di superficie. Uno spettacolo davvero bello e suggestivo che vale davvero la pena vedere.

snorkeling Ischia

 

La buona cucina

Anche chi ama la buona tavola ed il vino di qualità non resterà deluso dall’isola partenopea.

Ad Ischia sono presenti oltre 300 ristoranti di cui ben 2  stellati dove è possibile assaporare l’enogastronomia della Campania a livelli eccelsi.

Io ho avuto l’onore di assaporare la cucina stellata dello chef Pasquale Palamaro del ristorante Indaco a Lacco Ameno:  Spaghetti con friarielli canocchie e barilotto e tonno scottato alla piastra con maionese di pompelmo e spinacini. Due piatti gustosi ma allo stesso tempo salutari, realizzati con prodotti a km 0 e basso indice calorico. Il suo piatto forte è un piatto omaggiato all’isola Ischia: cappelunghe e green island (cannolicchi e isola verde) nel quale ha riprodotto l’isola d’Ischia su una mattonella con una crema di scarole con acciughe e aglio alla napoletana, poi ci sono i cannolicchi cotti in un olio a 60°, scaglie di tonno essiccate, olive e pomodori secchi.

Pasquale Palamaro Pasquale Palamaro Pasquale Palamaro

Ma anche se non ci si rivolge a cucine stellate, l’offerta enogastronomica dell’isola è davvero eccelsa.

Sono numerosi i ristornati e le trattorie tipiche in tutta l’isola, tra cui Casa Colonicaa 1930, la trattoria del Negombo, aperta anche la sera, dove è possibile mangiare piatti tipici locali con i prodotti Ischitani con musica dal vivo.

Trattoria Casa Colonica Trattoria Casa Colonica Trattoria Casa Colonica Trattoria Casa Colonica

Per una cena romantica, invece, Sant’Angelo è sicuramente il luogo più suggestivo dell’isola. Qui è possibile trovare ristorantini di pesce fresco direttamente sul mare per una cena  a lume di candela indimenticabile. Io ho provato sia la cucina di “Da Celestino” che quella de “Lo Scoglio”, entrambe buonissime e di qualità.

Ristorante Lo Scoglio Ristorante Lo Scoglio Ristorante Lo Scoglio

 

Vigneti e cantine

Gli amanti del buon vino possono apprezzare invece la bellezza e delle sue vigne ed organizzare dei tour guidati con degustazione. Non a caso, è proprio sull’isola d’Ischia che nel 1962 è nata la prima denominazione di origine controllata per il Biancolella.

Vini Casa D'Ambra Vini Casa D'Ambra

Numerosi sono i vigneti e cantine storiche presenti sull’isola, alcuni situati in luoghi davvero mozzafiati.

Nell’ultima settimana sull’isola c’è stato l’evento “andar per cantine” che ha portato alla scoperta di gran parte delle aziende vitivinicole dell’isola.

Io, tra i miei due viaggi a Ischia, ho avuto modo di scoprirne alcune.

Vini Casa D'Ambra

La più bella e suggestiva, dove, su richiesta, è possibile anche fare l’esperienza di raccolta dell’uva, è la Cantina Casa D’Ambra del 1888 giunta oggi alla sua quarta generazione. La cantina si trova quasi sulla cima del Monte Epomeo e, andandoci al tramonto, è possibile godere di una veduta mozzafiato su tutta la baia di Forio sottostante.

Vini Casa D'Ambra

I vini di Casa D’Ambra erano molto apprezzati anche dal regista Luchino Visconti, che ha trascorso molti anni sull’isola e che ha dato un suo contributo nella scelta dell’attuale etichetta della cantina.

Hotel De La Regina Isabella

 

Sono stati la seconda doc in Italia dopo la vernaccia di San Gimignano.
Un’attenzione particolare si deve dare all’anima vitivinicola.
Ammirare i vigneti e le cantine dell’isola d’Ischia, è davvero emozionante perchè è possibile notare vigne in situazioni orografiche difficili che rendono la viticultura davvero eroica. Dal 1966 i vini d’Ischia sono stati riconosciuti vini a denominazione d’origine controllata.
 
Vini Casa D'Ambra
 
Dopo la scossa ha avuto un bellissimo riconoscimento internazionale nella guida di Robert Parker.
Su prenotazione i turisti possono anche partecipare alla vendemmia.
Il Fassitelli è il vino più premiato grazie a Luigi Veronelli che consiglió di separare la vigna da quella del Biancolella.

Vini Casa D'Ambra Vini Casa D'Ambra

 

I piccoli borghi

Luchino Visconti non è stato l’unico ad innamorarsi dell’isola. Sono stati davvero tanti i personaggi illustri che negli anni hanno portato Ischia nel mondo o sono rimasti sull’isola. Dal poeta Pablo Neruda, al grande enologo Luigi Veronelli fino al compositore inglese William Walton, a cui la moglie ha dedicato i Giardini la Mortella, giardini tropicali dalla bellezza disarmante che vi consiglio vivamente di visitare.

Sant'Angelo ischiaSant'Angelo ischia

Sono davvero tante le cose da vedere a Ischia. Dalle passeggiate per i piccoli borghi di Forio, Sant’Angelo o Ischia porto, perdendosi traviuzze e negozietti, fino ad una visita culturale al Castello Aragonese, al quale è legata la storia di Lucrezia D’Alagno. A Ischia nella giornata di San Giovanni era usanza per le donne dichiararsi agli uomini regalando una spiga. La giovane e sfrontata Lucrezia D’Alagno ne regaló una al re il quale, pensando ad un gesto di riverenza, le regaló un sacchetto di monete chiamate Alfonsine perché avevano stampata la sua faccia sopra. Lucrezia aprì il sacchetto, prese una sola moneta e restituì il sacchetto al re dicendo che di Alfonsino ne voleva solo uno. Da allora divenne l’amante del re che fece di tutto per sposarla. 

Ischia ponteIschia

E’ importante sapere, inoltre, che il cinema ha sempre influenzato quest’isola. Non a caso, negli anni, sono state prodotte 44 produzioni internazionali.

Alcuni viaggiatori scelgono la meta delle loro vacanze in base ai film.

 Lacco Ameno Ischia    

Dove pernottare

Ad Ischia ci sono  650 strutture ricettive, di stelle e tipologie diverse, oltre a B&B e case vacanze, in grado di accontentare diverse fasce di prezzo e tipologie di vacanza.
Io ho pernottato, ad agosto all’Hotel San Montano, con una vista mozzafiato, dall’alto, su tutta la Baia di San Montano da un Lato ed il Golfo di Lacco Ameno dall’altro.
 
Hotel San Montano ischia
 
A settembre, invece, sono stata ospite nelle suite royal dell’Hotel De La Regina Isabella, un hotel storico costruito da Angelo Rizzoli negli anni ’50 in contro tendenza a tutti coloro che andavano a Capri. Iniziò a far girare una serie di film sull’isola. Poi viene scoperta dal mercato tedesco diventando quasi una colonia tedesca.
 
Hotel Regina Isabella
 
L’hotel è situato in pieno centro a Lacco Ameno direttamente sul mare, dandomi l’opportunità, ogni mattina, di svegliarmi con il canto dei gabbiani ed il profumo della salsedine.
 
Ed è proprio nell’Hotel de la Regina Isabella che è collocato il Ristorante stellato Indaco, sul mare, aperto anche a chi non pernotta nell’hotel.
 
Hotel De La Regina Isabella Hotel De La Regina Isabella Hotel De La Regina Isabella Hotel De La Regina Isabella Hotel De La Regina Isabella

Insomma, un’isola meravigliosa dal fascino indiscusso che non si può non amare.

 

Qui il mio video:

Seguimi su YouTube