Cosa mangiare in Thailandia: viaggio tra le tradizioni gastronomiche e culinarie

Quando viaggio, sono dell’idea che non si possa conoscere bene un posto se non si sia provata la cucina locale. Assaggiare e sperimentare piatti e prodotti tipici aiuta a comprendere maggiormente un luogo. Motivo per cui, ogni volta che parto per una nuova destinazione, per tutto il periodo del viaggio dimentico la cucina italiana e provo, assaggio e sperimento quella della destinazione in cui mi trovo.

Il mio viaggio si trasforma così non solo nella scoperta di luoghi e musei, ma anche in un’esperienza gastronomica e culinaria che pervade tutti i sensi. Ed è stato così anche nel mio ultimo viaggio nel nord della Thailandia.

Cucina Thai

Sono partita senza troppe aspettative e ne sono stata completamente rapita dalla sua bontà.

La cucina thai, insieme alla giapponese e alla cinese, è una delle tre massime espressioni gastronomiche dell’Oriente. Una cucina leggera e salutare, fatta di prodotti genuini, street food e molte spezie.

cucina thai

Certo, l’uso delle spezie rende la cucina un po’ piccante e, per chi non è abituato a mangiare piccante può essere un problema. Io la prima sera mi sono ritrovata praticamente con la gola in fiamme dovendo ricorrere a numerosi bicchieri d’acqua, ma basta ovviare al “problema” chiedendo di servire le salsine separate dal piatto, in modo tale da decidere se mangiarle ed in che quantità o meno.

In questo modo si possono gustare ugualmente tutti i sapori tipici thailandesi.

cucina thai

Ho avuto modo di provare la cucina Thai sia nei ristoranti locali, come ad esempio il The River Market o il ristorante organico Ohkajhui a Chiang Mai, dove ho avuto modo di apprezzare alcuni piatti tipici locali quali il Pad Thai, alcuni patti al cocco, l’insalata di carne di maiale piccante, il pollo allo zenzero e alcune zuppe, ma sono dell’idea che per conoscere bene la cucina thailandese bisogni provare lo street food.

Cucina Thai

Ed è a Lampang che sono rimasta affascinata dal mercato locale del venerdi pomeriggio dove venivano cucinate le pietanze locali alla luce del sole. Ci simo completamente immersi nella cultura locale ed abbiamo comprato anche noi lo street food cucinato al momento, che poi abbiamo mangiato la sera tutti insieme. E che dirvi? Era decisamente gustoso!

cucina thaicucina thai     

Assolutamente da non perdere, poi, l’esperienza di mangiare nei piccoli villaggi, nelle case locali con la gente del posto, il cosiddetto home food tourism che ultimamente va’ tanto di moda, assaporando appieno l’ospitalità Thailandese.

cucina thai

Io ho avuto modo di sperimentarlo nei piccoli villaggi nei pressi di Sukhothai. A Ban Na Ton Chan, un piccolo villaggio nella zona del Sri Satchanalai, che ho raggiunto salendo su un camion guidato da una delle contadine del posto, ho mangiato con la gente del luogo e provato degli spiedini di prosciutto di maiale ed il famoso Khao Perb, un piatto a base di carne e uova servito in delle ciotole di ceramica e cucinato in delle pentole fatte di panni intrisi di vino bianco e bambù, secondo un’antica tradizione.

cucina thaicucina thai

In un altro villaggio, anch’esso raggiunto attraverso un camion, ho avuto modo di mangiare direttamente in una casa tipica il Pad Thai cucinato al momento dalla proprietaria di casa e dei germogli di soia con carne di maiale.

    cucina thai cucina thai  

Ho poi potuto vedere come preparano i biscotti locali e come fanno essiccare il mango su delle foglie di bambù al sole.

cucina thai

Esperienze che mi hanno aiutato tantissimo ad entrare nel vivo delle tradizioni thailandesi.

Ed infatti, uno dei modi per avvicinarsi al Thainess (alla thailandesità) è proprio quello di immergersi nelle sue delizie gastronomiche.

cucina thai

Nell grandi città, come Bangkok, oltre ai patti tipici thailandesi, è possibile trovare anche numerosi ristoranti stellati ed una gamma infinita di proposte internazionali. 

cucina thai

Non a caso la Thailandia viene etichettata “paradiso” non solo per la sua bellezza incantevole e la sua cultura affascinante, ma anche per la tradizione culinaria.

cucina thai

La cucina thailandese è tanto ricca quanto varia, come la cultura. Dal “cibo di strada” al recupero della tradizione in ristoranti stellati, passando per un pranzo di genuina ordinarietà cucinato da una famiglia del posto. In fatto di sapori e pietanze il Paese offre ai visitatori un viaggio nel viaggio.

cucina thai

Il cibo è un elemento imprescindibile della cultura, così profondamente legato alla quotidianità sino a diventare uno degli argomenti principali di conversazione: i piatti preferiti dai thailandesi sono sempre al centro di feste, celebrazioni e riunioni di famiglia. Una varietà enorme di sapori e gusti, attraverso l’uso frequente di erbe, spezie ed ingredienti freschi.

 cucina thai

Il cibo thai è conosciuto per il suo equilibrio e la sua armonia. Un abbinamento di 5 sapori fondamentali: piccante, dolce, aspro, salato ed un pizzico di amaro che si contrastano e completano allo stesso tempo ed aggiungono gusto e consistenza ad ogni piatto. Inoltre il latte di cocco, i frutti di mare e la frutta giocano un ruolo importante nella cucina thai. Un mix di sapori, di aromi, un’esplosione di colori e di gusti che raramente lascia indifferenti.

cucina Thai

Parte del piacere viene dalla presentazione, è un popolo che ama far mangiare anche con gli occhi, non a caso, il taglio della frutta e della verdura spesso porta a creare qualcosa che ha più le sembianze di un’opera di uno scultore piuttosto che il piatto di un cuoco.

cucina Thai

La freschezza dello zenzero e della citronella, spezie come il curry portate a braccetto da peperoncino e aglio, ma anche erbe aromatiche a noi più familiari come il basilico e l’erba cipollina; ogni piatto ha un’impronta forte e ben definita, spesso viene accompagnato dal riso che fa le veci del pane, a volte anche per dare un maggiore equilibrio al piatto. Il cibo thailandese ha la giusta reputazione di essere particolarmente piccante ma è in realtà basato su un equilibrio tra sapori diversi. Questo va oltre la semplice combinazione all’interno di un piatto individuale ma comprende anche il contrasto di sapori tra due o tre portate diverse.

cucina thai

Un aspetto distintivo del “mangiare Thai” è l’uso di erbe aromatiche e mediche, così come l’utilizzo della salsa di pesce fermentata in quasi ogni piatto al posto del sale.

cucina thai

La cucina Thailandese presenta delle variazioni regionali dovute alle influenze dei paesi vicini come la Cina, Laos, Birmania e Malesia. Il cibo dell’I-saan, ad esempio, condivide molte analogie con la cucina del vicino Laos. I curry del sud sono più piccanti di quelli del nord e l’influenza malese è evidente nell’utilizzo della curcuma e del latte di cocco.

cucina thai

I thailandesi mangiano generalmente 3 volte al giorno ma, fra un pasto e l’altro, sempre molto leggero, aggiungono una serie di spuntini. Sono momenti di sanuk (gioia di vivere), concetto importante per la cultura locale. Raramente si mangia da soli e spesso lo si fa fuori casa, in maniera economica servendosi presso uno delle migliaia di carretti-cucina sparsi ovunque nelle città e nei paesi del Regno. I Thailandia è usanza, ogni volta che si incontra un conoscente, domandare: “Hai già mangiato”? al posto del nostro “Come stai?”. La risposta in genere è un invito a “mangiare una cosa”. 

cucina thai

Non a caso il nord è pieno di risaie e la Thailandia è il più grande esportatore mondiale di questo cereale.

 

Ma, quali sono i piatti tipici thailandesi che bisogna assolutamente provare per dire di aver “vissuto” la Thailandia?

 

Il riso

Il riso è l’alimento base per i Thais, mangiato con la maggior parte dei pasti, dalla colazione al dessert. In effetti, in lingua thailandese, se si afferma di aver fame si dice letteralmente “voglio mangiare il riso”!

cucina thai

Il riso Thai più pregiato è Jasmine Rice (riso gelsomino), riso profumato a grani lunghi che, cotto al vapore, è il migliore per accompagnare la maggior parte dei piatti, tra cui il celebre curry thailandese. Essendo però anche il più costoso, la maggior parte dei ristoranti serve Khao Suoy, una varietà bianca normale, sempre di grande qualità, che viene usata per preparare il Khao pad o “riso fritto”: realizzato friggendo leggermente il riso con maiale o pollo, peperoncini e salsa di pesce, o il Khao Tom, una zuppa di riso cucinata insieme a carne di maiale e aglio mangiata a colazione, o ancora il Khao Niaw, “riso appiccicoso” che si mangia con le mani quando vengono serviti piatti di influenza nord-orientale, come il pollo alla griglia (kai yang) e l’insalata di papaya piccante (Som Tam). Assolutamente da provare poi lo sticky rice che viene servito anche come dessert accompagnato da latte di cocco e mango.

sticky rice

                                                                                                       

Thai curry e zuppe

I pasti thailandesi sono in genere serviti in stile familiare, con tutti i commensali che condividono le pietanze poste al centro della tavola. Il curry thailandese e la zuppa non sfuggono a questa usanza tipica anche se di solito costituiscono un vero e proprio pasto completo. La consistenza di ogni curry thailandese è molto variabile, con alcuni probabilmente classificabili come zuppe. Tuttavia, la maggior parte sono a base di latte di cocco ed alcuni decisamente più piccanti di altri. Gaeng Massaman, a base di pollo arachidi e patate, è tra i più “miti”; Gaeng Kiaw Wan (curry verde) è un curry di medio spessore e piccante, mentre Gaeng Daeng (curry rosso), altrimenti noto come Gaeng Ped (curry piccante), ha un gusto più deciso ed è, ovviamente, il più piccante. Tom Kha, un leggera zuppa di cocco, sfuma i confini tra zuppa e curry, mentre il famoso Tom Yam Kung, la quintessenza della zuppa thailandese, è spesso straordinariamente caldo e profumato. Mentre il curry thailandese viene condiviso ed ogni commensale lo versa sulla propria porzione di riso, le zuppe sono servite in piccole ciotole. Anche se alcuni curry e zuppe possono essere serviti senza carne per i vegetariani, molti cuochi thailandesi utilizzano la salsa di pesce in sostituzione del sale.

 cucina thai cucina thai cucina thai

Thai Noodles

A differenza di piatti tipici, i piatti di pasta thailandesi sono invece serviti come portate individuali. Sebbene la maggior parte dei ristoranti tradizionali servano normalmente noodles e tagliatelle di riso il Pad Thai più buono è quello che gusterete presso le bancarelle specializzate, di sovente poste ai bordi delle strade. Le tagliatelle di riso thai sono disponibili in una vasta gamma di forme e dimensioni, tra cui il “piccolo” (Sen Lek), il “grande” (Sen Yai), i capelli d’angelo (Sen Mee), e X-Large (Gway Tiow). Normalmente vengono mescolati in padella con carne di manzo, pollo, maiale e vari condimenti, tra cui peperoncini secchi, salsa di pesce, aceto e zucchero. L’altra variante è servirli in brodo spesso con carne di maiale piccante (Moo Daeng) o con il pollo. I noodles vengono mangiati con bacchette e cucchiaio, un riflesso dell’origine cinese della cucina.

 cucina thai

 

Insalata thailandese o Yam                                                                                                                         

Un’insalata thai è spesso uno dei piatti più piccanti che potrete provare. E’ generalmente fatta di verdure crude miste condite con peperoncino e salsa di pesce. L’insalata più conosciuta a livello internazionale è il Som Tam: tecnicamente un piatto di origine Laotiana, molto popolare nella Thailandia nord-orientale, il cui ingrediente principale è la papaya triturata o tagliata alla julienne. E’ spesso servito con pollo alla griglia (Gai Yang).  

cucina thai

Nella cucina thai non esistono antipasti: tutti i piatti sono ordinati insieme ed escono dalla cucina in ordine casuale in modo da poter essere condivisi man mano che arrivano. Ci sono tuttavia piatti in stile finger-food che possono essere classificati come alimenti stile antipasto, quali il Satay (spiedini di carne alla griglia) e gli involtini primavera.

cucina thai

 

Frutta Thai                                                                                                                                                     

La Thailandia è senza dubbio un paradiso per gli amanti della frutta. La frutta thailandese include le più familiari banane, ananas, anguria, meloncino, kiwi e papaya, così come gli esotici Dragon Fruit, Chompu, Durian, Jackfruit, Rambutan e Mangostano.

frutta thai

Il Dragon Fruit è grande e dalla forma strana: con la pelle di colore rosa decorata di punte. Ma sotto l’esterno stravagante si nasconde una polpa bianca, succosa e tenera, simile a un dolce. Chompu è un frutto a forma di pera dal sapore simile però ad una mela acquosa.

frutta thai

Il Durian, dall’odore pungente, richiede un palato esperto: il suo sapore e consistenza sono venerati da alcuni e detestati da altri; infatti così forte è l’odore che non è infrequente vedere cartelli “no durian” all’interno di molti edifici e molti hotel. Lo stesso tassista che ci ha portato in giro, quando ci siamo fermati a comprare il durian al mercato, ha appeso la busta fuori dal taxi!

   frutta thai frutta thai           

Thai dessert

Nonostante i thailandesi siano tutti magri, amano mangiare dolci: sia quelli tradizionali che quelli di matrice occidentale tra cui torte e gelati. I dessert thailandesi tradizionali sono molto dolci, prevalentemente varie combinazioni di riso, latte di cocco e zucchero, insieme ad alcuni altri ingredienti apparentemente meno comuni, come mais e fagioli. L’utilizzo dell’uovo risale al tempo dell’arrivo in Siam dei missionari portoghesi (gli stessi che hanno introdotto il peperoncino!).

cucina thai

Anche se questi dolci non compaiono frequentemente sui menu dei ristoranti e raramente si ordinano alla conclusione di un pasto, sono a volte serviti in forma di cortesia oppure trovati presso apposite bancarelle. Anche la frutta, molto zuccherina, può essere servita come dessert: il mango con riso appiccicoso, ricoperto di latte di cocco è un dolce squisito e popolare.

Il dessert che più di frequente viene servito dopo un massaggio o come forma di cortesia è lo sticky rice di cui vi ho parlato sopra.

frutta thai

  • Non hai idea della fame e della curiosità che ho nel provare questi piatti! :O

  • cristiane

    Hai ragione per conoscere bene un paese bisogna, mangiare il cibo locale.
    Molto invitante i cibo Thai!

  • Francesca Focarini

    Che meraviglia! Sembra tutto ottimo

  • Maria Felice Romagnolo

    Vado pazza per la cucina etnica e questa Thailandese mi ispira tantissimo!

    • Anche a me piace porvare sempre la cucina locale e questa thai mi ha conquistata. Non ti nego che sono alla ricerca di un buon ristorante thai qui a Napoli

  • Mariarosaria Reccia

    sembra davvero ottima questa cucina etnica mi incuriosisce molto

  • Anna Maria Calvia

    Adoro i post dedicati alle mete che ancora non ho avuto modo di visitare, soprattutto se si parla di tradizioni culinarie! Devo assolutamente andare in Thailandia, mi hai fatto venire una voglia assurda! 🙂

Seguimi su YouTube