Palermo, capoluogo siciliano di straordinaria bellezza, ogni anno ospita tra le sue atmosfere barocche e arabeggianti migliaia di turisti pronti a scoprirne ogni aspetto artistico, storico e culinario.

Ma per riuscire ad accogliere al meglio i visitatori di tutto il mondo e guidarli alla scoperta della città senza alcun ostacolo di comunicazione, avete la chance di iscrivervi subito a un corso di inglese a Palermo e superare con successo le proprie difficoltà con grammatica, pronuncia e conversazione.

Ma, una volta migliorate le proprie capacità linguistiche, cosa consigliare a chi si trova per la prima volta in visita in questo gioiello siciliano? Ecco 5 cose da non perdere assolutamente a Palermo.

Cattedrale

La cattedrale di Palermo rappresenta al meglio il vissuto storico e culturale siciliano, caratterizzato da una lunga serie di dominazioni. Costruita per il culto cristiano nel 600, diventò poi per opera dei saraceni una moschea, finchè venne infine trasformata in chiesa cristiana in epoca normanna nel 1100. L’architettura rispecchia l’avvicendarsi delle diverse culture rendendola un monumento davvero unico. Al suo interno sono contenute numerose opere d’arte come l’Assunzione del Velasquez.

cattedrale di Palermo
Cattedrale di Palermo. Foto da-paesionline-it

Fontana pretoria

Palermo è famosa anche per la sua Fontana Pretoria, un vero e proprio simbolo cittadino. Considerata una delle più belle al mondo, fu costruita a Firenze e successivamente acquistata dal senato palermitano. Ad abbellirla numerose statue di alcune divinità mitologiche e dei 4 fiumi di Palermo: Papireto, Maredolce, Oreto e Kemonia.

Mercati

Tappa fissa di qualsiasi tour palermitano che si rispetti sono i mercati Ballarò, Capo e Vucciria, dove ci si potrà perdere tra le numerose bancarelle cariche di frutta, verdura, carne, pesce e prodotti tipici. Ovviamente non mancano anche dei locali tradizionali nei quali poter gustare il vero street food siciliano.

Mondello

È la spiaggia dei palermitani, ma non solo. Tutti infatti restano incantati dalla sua sabbia bianca e dal mare cristallino che la bagna: per un attimo sembra di essere stati trasportati in un piccolo angolo dei Caraibi. In estate è sempre molto difficile trovare un posto per distendersi al sole, ma per tutto il resto dell’anno resta un luogo di pura pace, bellezza e relax.

Mondello
Mondello – foto da-panoramio-com

Palazzina cinese

Per chi ama l’architettura settecentesca non deve mancare di visitare anche la Palazzina Cinese, dimora del re Ferdinando IV Di Borbone e della moglie Maria Carolina. L’interno è suggestivo e caratterizzato da decorazioni tipiche del gusto dell’epoca, mentre all’esterno si potranno ammirare i grandi giardini.

Immancabili poi una visita alla Cappella Palatina, il teatro Massimo e le Catacombe dei Cappuccini.

Articolo scritto in collaborazione con Wall Street English