C’è la Milano classica e tradizionale delle guide turistiche, fatta di aperitivi concerti alla scala ed eventi mondani, che noi tutti conosciamo e poi c’è la Milano della moda, quella che per una settimana nei mesi di settembre e febbraio cambia faccia, si riempie di modelle e modelli, per lo più dell’est Europa, giornalisti, blogger e buyer provenienti da tutto il mondo che “colorano” le strade della città con i loro outfit stravaganti e spesso al limite dell’indossabile. La Milano fatta di sfilate, presentazioni moda, cocktail party brandizzati e caccia all’invito. Questo volto di Milano è possibile vederlo in gran parte della città, ma ci sono alcune strade, che più di altre, ne caratterizzano la tipicità.

Piazza Gae Aulenti Milano

C’è la stazione di Milano centrale, dove tutto ha inizio. Eh si, perché da quando c’è il treno veloce che collega gran parte dell’Italia, io stessa preferisco fare Napoli-Milano in treno piuttosto che in aereo, dato che guanterie tragitto posso approfittarne per lavorare o scrivere sul mio blog collegandomi alla rete Wi-Fi.

Il simbolo della moda per eccellenza di Milano sono Via Montenapoleone, via della Spiga ed i vicoli perpendicolari come via Del Gesú, via Borgognone e Via Borgospesso che non a caso sono stati chiamati il quadrilatero della moda. È lì che sono presenti i principali Atelier delle grandi Maisons ed è proprio lì che, durante la settimana della moda, si svolgono gran parte delle presentazioni delle nuove collezioni ed i cocktail party serali sponsorizzato da alcuni Brand. Ed è così che durante la settimana della moda vi capiterà di vedere orde di giornalisti ed addetti i lavori camminare avanti ed indirei per queste strade carichi di buste r pacchetti pieni di gadget ed omaggi dei Brand. Ma spesso, proprio durante queste settimane, le stesse Via Montenapoleone e Via Della Spiga diventano un museo a cielo aperto, addobbate ogni volta con installazioni di un artista diverso. La scorsa stagione c’era l’esposizione su strada di Oliviero Toscani, quest’anno quella dell’anniversario della nota rivista Marie Claire, presentata con un party esclusivo il giorno antecedente l’apertura ufficiale della Fashion Week. Party solo su invito nominale, obviously!
Via della Spiga
Poi c’è la bellissima e futuristica Piazza Gae Aulenti, da due stagioni sede della Camera della moda nella bellissima struttura in legno dell’Unicredit Pavilion, realizzato in stile padiglioni dell’Expo. Fino all’anno scorso la camera della Moda era all’interno della Camera di commercio di Milano, proprio in piazza Duomo, con un bellissimo terrazzo panoramico che affacciava sul Duomo. Poi, da quando c’è stato l’Expo è stata spostata in Piazza Gae Aulenti, raggiungibile dalla fermata della metro Garibaldi, dice nel periodo natalizio fanno anche dei mercatini francesi molto carini!
Blumarine
Poi ci sono i palazzi storici sedi di molte sfilate. Gran parte di esse si svolgono in Palazzo Serbelloni, un bellissimo palazzo 700entesco in Corso Venezia, 16 a due passi dalla fermata della Metro San Babila.
Un altro fulcro della moda a Milano è Via Tortona, alle spalle di Porta Genova, raggiungibile attraversando il noto ponte di ferro battuto diventato esso stesso simbolo di design. Li si trovano i più noti studi fotografici di Milano, numerose sedi di artisti e designer emergenti, il Mudec, noto musto di arte contemporanea o di esposizioni temporanee e la sede del White, la fiera dei designer emergenti e delle novità stilistiche. È lì che si riversano gran parte delle giornalista negli ultimi giorni della Fashion Week, alla ricerca di quei capi ed accessori dei Brand meno noti ma che possono fare tendenza!
IMG_0977
Eh si, durante la settimana della moda, oltre alle numerose sfilate e presentazioni presenti nel Calendario Ufficiale della Camera della Moda, ci sono gli eventi e le presentazioni fuori calendario d poi le fiere di settore! Quasi contemporaneamente ci sono il White in Via Tortona, di cui vi ho appena parlato, il Super in viale Scarampo, organizzato da Pitti Immagine e raggiungibile con la metro lilla fermata Poltello dice, anche qui è possibile trovare Brand e tendenza innovative e poi c’è il Mido, la fiera dell’eyewear.
Una settimana in cui la vita è frenetica, più del solito, il traffico viene spesso bloccato da orde di fotografi alla ricerca di scatti a vip e personaggi famosi o di outfit street Style delle fashion blogger più o meno note.
Neanche il tempo di respirare, che la settimana della moda è già finita e  Milano si prepara per la settimana del Design. Ma questa è un’altra storia.

made with by Medialabs