Cena gourmet da Winehouse: il lusso accessibile a tutti

Mangiare bene è un’arte e scovare i migliori ristoranti del territorio la mia passione!
Ieri ho avuto modo di gustare una deliziosa cena gourmet in un lussuosissimo, ma accessibile, ristorante/wine bar d Scafati: il Winehouse!
L’esclusivo ristorante è nato da un’idea del giovane imprenditore Paolo Nocerino che ha presentato ufficialmente la sua stagione di eventi e menù il 18 marzo, con una cena riservata ai food blogger e operatori della stampa.

 

Ad accoglierci all’ingresso c’era proprio lui, Paolo, un imprenditore davvero giovanissimo ma con le idee molto chiare!
Il ristorante è arredato davvero con gusto: un misto tra lounge bar e ristorante gourmet, con un’ampia selezione di vini a vista ed angolo dedicato ad un piacevole complessino musicale.
Nell’attesa dell’arrivo di tutti i colleghi, siamo stati intrattenuti da un aperitivo di bruschette e prosecco.

Poi è iniziata la cena vera e propria. Un delirio dei sensi dove gusto, tatto, vista, olfatto, udito si sono intrecciati per offrire al cliente un’esperienza unica e irripetibile.
Il sapore dei piatti tradizionali rivisitati in chiave contemporanea da chef stellati, il profumo del buon vino, la musica soft che fanno da sottofondo alle serate di degustazione e il relax di un ambiente curato nei dettagli.

Siamo partiti da una vasta selezione di antipasti, dai sapori davvero unici e deliziosi.
Pizzette fritte ripiene di ricotta nella perfetta tradizione napoletana, dal sapore gustoso e delicato.

Crocchè di baccalà, una vera novità per il palato! A me di solito il baccalà non piace, ma l’abbinamento del pesce con le patate nel crocchè, hanno ammortizzato il sapore e reso questo antipasto davvero una sorpresa piacevole!

Crocchè in crosta di nocciole: diversi dal solito crocchè e con un gusto più deciso!

 

Queste che a prima vista potevano sembrare polpette di melanzane, in realtà si sono rivelate delle polpettine di friarielli!

L’immancabile fritturina di paranza!

Taralli e grissini fatti in casa.

Barchette di peperoni con patate, speck e provola dal sapore davvero raffinato

 

Tortino di scarole (perchè un pò di verdura non guasta mai!)

La buonissima parmigiana di melanzane, come da tradizione partenopea!

Quiche di zucchine, anch’essa molto delicata e gustosa per il palato.

E dopo questo abbondante assaggio di contorni, pausa vino prima di passare ai primi piatti!

Anche i primi piatti non hanno deluso le nostre aspettative!
Siamo partiti con dei paccheri con baccalà, olive e capperi dal sapore davvero prelibato.

Poi un primo piatto più tradizionale: la pasta e patate con provola, piatto tipico della tradizione napoletana, immancabile nel menu di ogni napoletano doc.

Per finire i dolci!
Una gustosa millefoglie con crema pasticcera ed amarena.

Una cheescake con marmellata di mirtilli.

 

 

Una buonissima panna cotta.

E per finire il tortino al cioccolato con crema di arance: davvero buonissimo!

 

 

Insomma, vi ho mostrato gli elementi cardine del Winehouse.
Vi sorprenderà sapere che una location così esclusiva con un menu così raffinato, ha invece dei prezzi accessibili a tutti!
E, per rendere ancora più il Lusso sia alla portata di Tutti, il ristorante ha promosso anche alcune offerte:
Il martedi Menù di coppia in cui la donna è ospite del locale.
Mercoledì: “Primi all’infinito”… possibilità di degustare primi piatti in quantità al prezzo di uno soltanto.
Giovedì: serate a tema con i gusti tipici delle varie località geografiche.
Venerdì sabato e domenica: offerta menù all inclusive a 18 euro.
Non vi resta che andare a provarlo!

 

 

 

 

 

 

 

Seguimi su YouTube