Chi mi segue sui social avrà già visto qualche foto della mia vacanza a Budapest durante il ponte del primo maggio dell’anno scorso. Generalmente, ogni anno faccio sempre qualche viaggio in una delle capitali europee a cavallo tra il 25 aprile ed il primo maggio per festeggiare il mio compleanno in giro per l’Europa. Quest’anno abbiamo optato per Budapest, una città romanticissima capitale dell’Ungheria.
Budapest nasce ufficialmente nel 1873 con l’unione delle città di Buda e Óbuda, situate sulla sponda occidentale del Danubio, con la città di Pest, situata sulla sponda orientale, ed ancora oggi è possibile ammirare le differenze tra la sponda di Buda, più antica, rispetto a quella di Pest più romantica.

Cosa vedere:

Se andate a Budapest per pochi giorni, vi consiglio di dedicare una giornata alla parte antica di Buda ed una a quella più moderna di Pest ed almeno un pomeriggio in uno dei numerosi complessi termali di Budapest, di cui vi parlerò domani.
Nel quartiere antico di Buda, dovete assolutamente vedere il palazzo reale ed il Vàrnegyed, il quartiere della fortezza. Immancabile poi la passeggiata sul Gallèrthegy, in mezzo al verde ed a Ròzsadomb, la collina delle rose.
A Pest, invece, visitate il Bèlvaros, il cuore della città, ricco di negozietti carini e caratteristici. Se volete visitare il Parlamento, recatevi la mattina presto, perchè troverete delle code interminabili. Vi consiglio anche una visita guidata all’Opera, dove vedrete la bellezza del teatro ed una piccola rappresentazione canora.
Molto bella la passeggiata lungo gli Champs Elysées di Pest, pieni di negozi di alta moda e, se non siete facilmente impressionabili, vi consiglio di visitare anche il Museo del Terrore, nel quale si ripercorrono tutte le torture subite dagli Ebrei durante la seconda guerra mondiale e…vedrete dal vivo i sotterranei con le camere delle torture! Se riuscite, andate a visitare anche l’antico ghetto ebraico.
 
Dove mangiare:
tra tutti i ristorante che abbiamo provato, mi permetto di consigliarvene solo due.
Uno, romanticissimo, su un battello sul Danubio proprio di fronte al castello di Buda dove l’atmosfera non solo è molto romantica, ma si mangia anche molto bene. Vi consiglio di provare il patè di anatra, loro specialità.
Altro ristorante che vi consiglio assolutamente è Luka’s, proprio di fronte alla cattedrale di Pest!
Dove pernottare:
Gli alberghi di Budapest sono quasi tutti vecchi e fatiscenti, ameno che non andiate dai 4 stelle in su.
Vi consiglio di pernottare nella zona di Pest, la più moderna, in modo tale che siate più centrali.
Vi consiglio apertamente di NON andare al Central Green Hotel, dove ci siamo trovati malissimo!
Nonostante avessi prenotato la camera a dicembre 2013 per un soggiorno a maggio 2014 di 3 notti, al nostro arrivo l’unica camera disponibile era quella con unica finestra nel corridoio interno dell’hotel, senza inferriate, che puzzava di chiuso e nella quale qualsiasi ospite che passasse per il corridoio per andare nella propria stanza potesse guardare all’interno! Abbiamo chiesto di cambiarci stanza e ce ne hanno data una con letti separati testa/piedi (quindi nemmeno due letti separati che all’occorrenza potessero essere uniti). Abbiamo chiesto una camera matrimoniale ed hanno detto che non ce l’avano disponibile. Il confort della camera lascia davvero a desiderare. Il bagno piccolo e vecchio, un solo asciugamano da doccia a testa, nessun asciugamano viso. No phone nè kit bagnoschiuma in camera, ma solo sapone mani appeso al lavandino. Hotel rumoroso. Avevamo come vicini di stanza dei tedeschi che ogni notte facevano dei festini nel corridoio dell’hotel e nessuno gli diceva niente. Colazione solo salata.

Vi lascio però godere delle foto del mio viaggio. Se avete domande, lasciatemi qualche commento!