Dopo una settimana interamente dedicata alla moda ed agli eventi cool della città di Napoli, oggi vorrei farvi viaggiare nuovamente con me. Questa volta vi porto in Abruzzo, una regione a me molto cara e che ho sempre vissuto sin da quando ero in fasce.
L’Abruzzo è stata definita la Regione Verde d’Europa per i suoi tre parchi nazionali e le sue numerose aree protette, è divisa tra una parte costiera sul versante Adriatico ed una parte montuosa sul lato occidentale, dove si erge la catena del Gran Sasso, la più imponente degli Appennini continentali e che più volte vi ho mostrato durante le mie vacanze invernali.

 


In questa regione unica potrete scegliere tra riserve naturali, comprensori sciistici, spiagge, città d’arte, borghi tipici, castelli e musei: un’offerta ricchissima da scoprire consultando le innumerevoli offerte per l’Abruzzo di Expedia.

I 133 km di costa offrono l’alternarsi di spiagge dorate, scogliere, promontori e calette di ciottoli, in un mare pulito, dal caratteristico color verde dell’Adriatico. Tra le località più rinomate si annoverano Francavilla al Mare, Martinsicuro, Montesilvano, Ortona e Vasto. La Marina di Vasto è senza dubbio una delle più spettacolari della Costa Adriatica, con le sue acque verde smeraldo, adatta per trascorrere le vacanze estive.

Il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, invece,  racchiude tre gruppi montuosi (la catena del Gran Sasso d’Italia, il Massiccio della Laga e i Monti Gemelli) e ospita la vetta più alta dell’Appennino, il Corno Grande con i suoi 2912 metri. Qui si possono ammirare splendide cascate, come quelle della Morricana e della Volpara, ruscelli, oltre a numerosi laghi, come il Lago di Campotosto, il bacino artificiale più grande d’Europa, in cui trovano rifugio migliaia di uccelli acquatici, tra cui folaghe e anatre.

Il parco propone inoltre svariati itinerari del gusto, davvero invitanti se avete in programma un weekend enogastronomico in Abruzzo. Potrete degustare piatti antichissimi come il farro con le castagne, una classica zuppa montana con funghi delle montagne locali e spezie, oppure dell’ottimo Pecorino di Farindola, magari accompagnati da un calice di Montepulciano d’Abruzzo o da un bianco, come il Montonico e il Bombino bianco.
A fine pasto vi potrebbe tentare un bicchierino di Liquore Centerba, un liquore tipico ad alta gradazione, ottenuto dalla distillazione di erbe officinali (cento erbe secondo la tradizione), inventato da un farmacista di Tocco da Casa come medicamento contro la peste e diventato poi un popolare liquore dal gusto secco.

In inverno vi attendono ben 21 stazioni sciistiche, come le rinomate località di Roccaraso, Rivisondoli e Pescocostanzo nell’Altopiano delle 5 Miglia (che vi ho mostrato ultimamente in occasione del mio week end sulla neve) e le piste della Majella. Sul versante occidentale, nella stazione sciistica di Campo di Giove sono stati inaugurati di recente 2 tappeti mobili, una pista snowtubing e una pista di pattinaggio con ghiaccio sintetico. Gli appassionati di trekking potranno invece optare per una delle escursioni organizzate nel Parco Nazionale della Majella, come il Wolf Weekend, un intero fine settimana in cui percorrerete i sentieri di caccia dei lupi dell’Appennino.

 

 

Una vacanza in Abruzzo vi farà scoprire un museo a cielo aperto, in cui ammirare antichi borghi, abbazie, eremi, santuari e antichi castelli che si vedono spuntare ovunque. Ogni paese, passo o promontorio è infatti fortificato da torri, castelli o mura, come ad esempio il Castello di Semivicoli in cui ho alloggiato a gennaio. Le ragioni storiche sono semplici: un lunghissimo periodo di pericolo, interno ed esterno obbligò ogni comunità a provvedere alla propria difesa.
Un esempio, per tutti, è lo straordinario castello duecentesco di Rocca Calascio che domina la valle del Tirino e la piana di Navelli: ubicato a 1460 metri di altitudine, in una posizione dominante sulla vallata sottostante, spazia su un panorama montano mozzafiato. Per la sua bellezza la rocca è stata scelta in più occasioni come set cinematografico: qui sono stati girati fra l’altro film celebri come “Lady Hawke” e “Il Nome della Rosa”. 

 

Raggiungere le splendide località abruzzesi è davvero semplice: da Roma percorrete la A24 e la A25, entrambe collegate con la A1 Autostrada del Sole. La A14 Adriatica (Bologna – Taranto) vi permetterà di raggiungere Pescara sia da nord che da sud mentre da Napoli potete imboccare la A1 in direzione Milano, uscire a Caianello e da lì proseguire per le località montane o adriatiche.
L’aeroporto principale è quello di Pescara, l’Aeroporto Internazionale d’Abruzzo, in cui transitano voli nazionali e internazionali di varie compagnie, anche low cost. In alternativa, è disponibile un servizio di bus navetta dall’Aeroporto di Roma Fiumicino. Chi preferisce il treno, potrà spostarsi sulla linea della Ferrovia Adriatica, su cui transitano treni ad alta velocità (stazione di Pescara) e Intercity.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Total
1
Shares