A Ischia il primo Festival della Cucina Partenopea

Nel week end dal 12 al 14 maggio nella splendida location dell’Hotel La Madonnina di Casamicciola (Ischia) si è svolta la prima edizione del “Festival della Cucina Partenopea – Stelle e Stellati”, promosso da ItalianEat, un evento che ha visti protagonisti alcuni chef stellati, nutrizionisti e reso protagonisti i prodotti tipici della cucina partenopea, rivisitati in chiave moderna e gourmet.

Sabato 13 maggio c’è stato lo show cooking dello chef Nino Di Costanzo, due stelle Michelin originario di Ischia, che per l’occasione ha presentato due nuovi piatti, i cui ingredienti, tutti molto semplici, sono resi nobili dalla “tecnica a servizio della materia prima”. Due succulenti creazioni rese uniche dal gioco di consistenze e dall’alternarsi di sapori acidi e dolci.

Festival della Cucina Partenopea Ischia

Gli ingredienti principali della prima ricetta, un antipasto, sono: bufalo, bufala, pomodorini gialli e insalata di pasta (questi ultimi due appartenenti al catalogo ItalianEat). Dei micro cannoli ottenuti con carne di bufalo e farciti con ricotta di bufala e verdure crude tagliate molto sottili. L’insalata di pasta è preparata con lo zenzero, la rapa e la barbabietola. La rapa bianca tramite osmosi diventa gialla, ovvero viene fatta sbianchire in acqua, poi fatta marinare in un succo di zafferano per più di un giorno e infine messa sotto vuoto. Anche la barbabietola subisce lo stesso procedimento.

Festival della Cucina Partenopea Ischia

Il pomodoro giallo viene fatto cuocere per pochi minuti; va poi addensato con un’alga e arricchito anche esso con lo zafferano.

I fagioli sono cotti con acqua minerale gassata per evitare che si spacchino.

Infine, un tocco di acidità conferitodallo yogurt di bufala.

Il tutto magistralmente adagiato su un piatto ottenuto dalla sabbia dei Maronti fatta cristallizzare con una resina.

Festival della Cucina Partenopea Ischia

La seconda proposta dallo Chef è un primo piatto, ovvero dei ravioli di pane cotto e broccoli con fagioli bianchi (ItalianEat). Il pane cotto è un piatto tipico della zona casertana, Nino di Costanzo lo ha in questo caso utilizzato come farcitura della pasta. I broccoli, infatti, vengono saltati all’olio e uniti al pane raffermo.

I ravioli sono stati adagiati su un letto di fagioli bianchi e arricchiti con una polvere di broccoli e pomodori.

Festival della Cucina Partenopea Ischia

Ingredienti principali dell’antipasto: bufalo, bufala, pomodorini gialli e insalata di pasta, mentre come primo piatto lo Chef ha proposto ravioli di panecotto e broccoli con fagioli bianchi. A fare gli onori di casa una donna che rappresenta l’emblema della femminilità mediterranea: la conduttrice e attrice Maria Mazza.

Festival della Cucina Partenopea Ischia

Altro importante momento della kermesse, la conferenza stampa, che si è svolta nel pomeriggio di sabato. Sono intervenuti: Stefano Orazzo, uno dei fondatori di Italian Eat; il Professor Emerito di astronomia e astrofisico, Massimo Capaccioli, ex Direttore dell’Osservatorio Astronomico di Capodimonte; la Dottoressa Rossella Galletti, esperta di educazione alimentare e pedagogia della dieta mediterranea al Suor Orsola Benincasa; Roberto De Simone, agronomo della Cantina NugnesAntonio Ceglie, del gruppo Vitalis, e Giuseppe Mascolo, di “Fratelli Mascolo”, tutti produttori del catalogo di ItalianEat. A moderare la conferenza stampa: Noemi Taccarelli della Blank Agency. Particolarmente apprezzato l’intervento della nutrizionista Myrta Mazza, incentrato sulla dieta mediterranea. A chiudere la giornata di sabato, un evento dedicato alle stelle, a cura del Professor Capaccioli.

Festival della Cucina Partenopea Ischia

L’esito positivo del Festival ha spinto gli organizzatori del Festival della Cucina Partenopea a immaginare già una seconda edizione dell’evento.

Festival della Cucina Partenopea Ischia

 

 

Seguimi su YouTube