Portogallo on the road con auto a noleggio

Le vacanze di Natale si avvicinano e c’è chi sta già pensando a lunghi viaggi in giro per l’Europa.

Un viaggio bellissimo e davvero molto emozionante potrebbe essere il visitare il Portogallo on the road, dato che è stato inserito tra le migliori località del 2017 nella guida Best in Travel della Lonely Planet, soggiornando nei Pousadas, la catena alberghiera a gestione statale caratterizzata da strutture ricavate da edifici storici (castelli, ex conventi, antichi e pittoreschi casali) e situate in zone suggestive, nei pressi delle principali località turistiche.

o_porto_visto_da_ponte_dom_luis_i

o_porto_visto_da_ponte_dom_luis_i

Certo, per chi vive a Napoli come me, partire in auto da Napoli per arrivare fino in Portogallo diventa già un viaggio di per sé. L’alterativa potrebbe essere quella di volare fino a Porto con una delle numerose compagnie aeree low cost e poi optare per un noleggio auto (questo sito offre ottimi prezzi e la possibilità di confrontare tutte le compagnie di noleggio con un’unica ricerca) per poterla visitare on the road.

palacio_do_freixo_-_pousada

palacio_do_freixo_-_pousada

Una volta arrivati a Porto e noleggiata la propria auto, potete iniziare il vostro tour on the road proprio qui con la visita dei punti di maggiore interesse della città, i moli sul Douro e il caratteristico quartiere della Ribeira (Patrimonio UNESCO) prima di guidare per raggiungere Guimarães: un groviglio di viuzze medievali che sfociano in ariose piazzette con fontane gorgoglianti con il castello che domina la città. Il secondo giorno potreste partire alla volta della provincia del Minho per poi proseguire verso Coimbra, la città famosa non solo per la sua prestigiosa università, una delle più antiche d’Europa (insieme a Salamanca, Bologna, Parigi e Oxford), ma anche per il fascino antico, ricco di storia e di arte. Si arriva a Condeixa a Nova per ripartire poi per Fatima, quindi il borgo di pescatori più famoso del Portogallo, quello di Nazaré per proseguire alla volta di Obidos, incantevole borgo medievale (Patrimonio UNESCO), racchiuso in un’alta cinta muraria, dalle caratteristiche case bianche con i tetti blu e ocra, simile ai paesini della Grecia ed a Sidi Bou Said in Tunisia, visitata l’estate scorsa.

montanha_do_pico_aspectos_5_ilha_do_pico_ac%cc%a7ores_portugal

montanha_do_pico_aspectos_5_ilha_do_pico

Il giorno seguente potreste dirigervi prima verso Sintra, località con palazzi originali, residenze principesche e castelli colorati che la nobiltà portoghese ha costruito nei secoli, la cui valle (Patrimonio UNESCO) è stata definita da Lord Byron: “il glorioso Eden” per proseguire poi per Queluz, cittadina a pochi chilometri da Lisbona, in cui si trova uno dei palazzi reali più belli del Portogallo, il Palazzo di Queluz, residenza estiva della famiglia reale, nonché il migliore esempio di rococò portoghese.

Il giorno seguente non potete perdervi una visita alle cittadine di Cascais, diventata da villaggio di pescatori a località alla moda nel XIX secolo quando il re portoghese Luis I convertì la fortezza della cittadella il residenza estiva della famiglia reale ed Estoril, stazione balneare, famosa per il gran premio di moto e dove vi fu ambientato il romanzo di Fleming “Casinò Royale”. Chiudete poi il vostro tour on the road a Lisbona alla scoperta delle numerose attrattive della capitale portoghese.

lisboa-eletrico

lisboa-eletrico

Lisbona è una delle capitali più affascinanti d’Europa. Per comprendere lo “spirito” della città, bisogna addentrarsi nelle strette vie del Bairro Alto, la città alta, una delle poche zone sopravvissute pressoché indenni al disastroso terremoto del 1755. Arrampicarsi per le stradine in salita (utilizzando magari uno degli elevador, le funicolari), lasciando alle spalle gli affollati negozi ed il viavai di turisti che regnano nel Rossio, è ancora possibile respirare la vera “atmosfera” ricca di contrasti della città. Camminando per i tortuosi vicoli, si incontrano grandi palazzi interamente rivestiti da azulejos (le caratteristiche piastrelle ispirate alla tradizione araba che formano grandi mosaici a tema prevalentemente marino), affiancati a case totalmente lasciate all’abbandono, al termine di viottoli si aprono larghi spiazzi, la maggior parte dei quali offrono notevoli punti panoramici sulla città e accanto a negozi, più o meno recenti e di uso comune, si trovano antiche botteghe o buie taverne dove la sera si canta il fado.

Potete lasciare la vostra auto a noleggio a Lisbona e ripartire da lì con un volo per l’Italia.

lisboa

lisboa

Foto e tour:  Evolution Travel

Seguimi su YouTube