Cosa fare in caso di ritardo aereo o overbooking

Quale miglior modo di concludere il 2016 se non con un bel viaggio? Per chi è abituato a viaggiare, iniziare l’anno nuovo in una città mai vista prima è il regalo più bello. Certo, quando si viaggia in periodi di alta stagione, come capodanno, ferragosto o i vari ponti festivi, c’è il rischio di incorrere in ritardi, cancellazioni o overbooking di treni o aerei, rimanendo fermi in aeroporto più del previsto e perdendo giorni preziosi di vacanza.

img_2904

 

L’estate scorsa è capitato molto spesso sia nei voli di ritorno dalla Sardegna testando una notte in più a Cagliari sia nei voli oltre oceano per andare negli States.
In questi casi che si fa? si può chiedere un risarcimento, anche se spesso molti non sanno come fare.
Io consiglio di rivolgersi a TravelAssistance, una delle principiali piattaforme italiane specializzate nel risarcimento per le varie ipotesi di vacanza rovinata. Un team di legali con esperienza consolidata nel settore “travel” affianca gli utenti per ogni forma di contenzioso con compagnie aeree, agenzie o tour operator, in ipotesi come: Ritardo Aereo – Cancellazione Volo – Overbooking – Ritardo consegna, smarrimento o danneggiamento bagaglio – Vacanza rovinata…
Rivolgendosi a TravelAssistance aumenta esponenzialmente la possibilità di successo del risarcimento grazie alla superiore capacità di negoziazione che ha rispetto al singolo. Ha competenze, esperienze e lo status di negoziatore privilegiato in ragione del numero cospicuo di contenziosi che gestisce annualmente.
Il servizio è totalmente gratuito. Solo al buon esito della pratica, infatti, verrà trattenuta una piccola somma in ragione delle spese affrontate, sempre che non sia la Compagnia a farsene carico. Sarà sufficiente trasmettere la documentazione in tuo possesso e penserà a tutto TravelAssistance. Comodo, no?
Buzzoole

Seguimi su YouTube